Carlo Menzinger
IL SETTIMO PLENILUNIO

Titolo IL SETTIMO PLENILUNIO
Gallery novel
Autore Carlo Menzinger
Genere Narrativa - Romanzo      
Pubblicata il 22/02/2010
Visite 6917
Collana Il libro si libera  N.  78
ISBN 978-88-7388-252-7
Pagine 242
Note Romanzo illustrato da 17 artisti. Vedi http://sites.google.com/site/carlomenzinger/home-1/i-nostri-libri/il-settimo-plenilunio
Prezzo Libro 19,00 € PayPal

Si avvicina la battaglia finale della guerra millenaria tra licantropi e vampiri.
Che cosa sarà del mondo dopo il Settimo Plenilunio? Potrà l’amore di una donna per un vampiro e per un licantropo spezzare per sempre l’antichissima maledizione che condanna queste due razze alle tenebre e al sangue?

Oltre 100 immagini, realizzate da 17 artisti, illustrano questa Gallery novel scritta da Carlo Menzinger e Simonetta Bumbi con la collaborazione determinante di Sergio Calamandrei.

Illustrazioni di: Raffaele Addivinelo, Fabio Balboni, Massimo Bernardi, Angelo Condello, Guido De Marchi, Arturo Di Grazia, Daniela Divano, Alessandro Fantini,  Laura Fazio, Marco Ferrara,  Alessandro Giovagnoli, Alessia Grassi, Giuseppe Iannolo,  Elena Masia, Luca Oleastri, Silvia Perosino, Niccolò Pizzorno.

 

Si avvicina la battaglia finale della guerra millenaria tra licantropi e vampiri.
Che cosa sarà del mondo dopo il Settimo Plenilunio? Potrà l’amore di una donna per un vampiro e per un licantropo spezzare per sempre l’antichissima maledizione che condanna queste due razze alle tenebre e al sangue?”
si legge sulla quarta di copertina de “Il Settimo Plenilunio” (romanzo edito da Liberodiscrivere e curato da Carlo Menzinger che, con Simonetta Bumbi e Sergio Calamandrei, ne è anche autore).
 
“Il Settimo Plenilunio” è una storia gotica con vampiri e licantropi e ambientazione fantascientifica scritta da tre autori e illustrata, con oltre cento immagini, da diciassette artisti (disegnatori, pittori e fotografi), che hanno dato ciascuno la propria versione della storia e dei personaggi.
“Il Settimo Plenilunio”, nato nel web tramite scambio di e-mail tra gli autori e tramite il blog http://menzinger.splinder.com/tag/il+settimo+plenilunio, in cui si sono incontrati gli illustratori.
“Il Settimo Plenilunio” è dunque una “Gallery novel”:un romanzo che è anche una galleria di immagini.
 
Parlandoci di vampiri e licantropi, “Il Settimo Plenilunio” ci parla, indirettamente, del nostro tempo, del nostro mondo multiculturale, in cui la lotta tra umani, vampiri e licantropi è esemplificazione fumettistica del conflitto tra europei, africani e asiatici; ci parla del consumismo e delle sue storture, della lotta per il potere economico, che spesso diventa vera guerra.  Ci parla però, con la voluta leggerezza del fumetto, della storia per ragazzi.
 
“Il Settimo Plenilunio” racconta l’incontro di personaggi diversi, le loro relazioni, l’amore che sboccia e che muore, mentre emerge l’intrigo per la presa del potere, in cui le diverse fazioni si scontrano e combattono.
 
Gli autori Carlo Menzinger, Simonetta Bumbi e Sergio Calamandrei (che pur non volendo figurare come autore ha collaborato in modo determinante con gli altri due) hanno già pubblicato assieme il volume “Parole nel web” (Edizioni Liberodiscrivere) e molte altre cose ciascuno per conto proprio.
 
Gli illustratori, tutti bravissimi, sono troppi per dire qui qualcosa oltre i loro nomi: Raffaele Addivinelo, Fabio Balboni, Massimo Bernardi, Angelo Condello, Guido De Marchi, Arturo Di Grazia, Daniela Divano, Alessandro Fantini, Laura Fazio, Marco Ferrara, Alessandro Giovagnoli, Alessia Grassi, Giuseppe Iannolo, Elena Masia, Luca Oleastri, Silvia Perosino, Niccolò Pizzorno.
Per valutarne la qualità, v’invitiamo a vedere le immagini che hanno partecipato al progetto su http://www.splinder.com/mediablog/Plenilunio7/album/723750.
 
Chi volesse prenotarne una copia può richiederla a menzin@virgilio.it.
 
Ecco l’incipit:
 
“– Viviamo in un mondo in cui a nessuno interessa più capire la ragione e l’origine delle cose. Viviamo in un mondo in cui si è perso il senso della Storia e della Memoria – disse il Professor Moretti. Davanti a lui una decina di persone sonnecchiava su vecchie sedie traballanti. Era già una mezz’ora che il professore stava tenendo il suo discorso alla Conferenza su ‘Vampirismo e licantropia: origini della leggenda’.”
 
Ed ecco alcuni veloci flash sui protagonisti.
 
Esharhamat Ahmud, la commerciale:
 
“I suoi folti capelli erano di un violento rosso tiziano, ma la carnagione era talmente candida da far paura, quasi cadaverica e, di conseguenza, al minimo raggio di sole le si arrossava. Quindi, per precauzione, indossava sempre un cappello a falde larghe che, oltre a proteggerla, donava un certo non so che a quel visino tondo e a quegli occhi verdi a mandorla, che invitavano, chi la guardava, a sgranocchiarla come un pistacchio. Aveva gambe ben modellate e sode, che usava come letali armi da battaglia nell’eterno scontro con l’altro sesso. Nell’insieme aveva un aspetto alquanto conturbante. Quel pallore, la sua magrezza, quegli occhi verdi e quella criniera rossa formavano un insieme che incuteva nel contempo istinti di protezione, desiderio di sprofondare nel chiarore di quegli occhi, ma anche un certo timore per quell’aspetto un po’ feroce che le derivava dalla folta chioma e dal suo ostentare un passo sensuale e aggressivo.”
 
Chew Huang, il tecnico:
 
“Era venerdì mattina. Un dannato e fottutissimo venerdì 17. Chew non era superstizioso. La sua famiglia era arrivata in Italia dalla Cina già due generazioni fa, ma lui non si era ancora fatto condizionare dalle credenze che circolavano nella penisola sulla sfortuna legata al venerdì e in particolare al venerdì 17. Era stata una giornata piena d’imprevisti, cominciata alle quattro del mattino, e Chew aveva dovuto correre di qua e di là per risolvere una gran quantità di piccoli problemi.”
 
Sonia Stefani, la poliziotta:
 
“Sonia era distesa nel divano siso della psycoteca e si stava godendo un sinto-sogno poliziesco. Era, in realtà, anche una storia d’amore. Sonia aveva un gran bisogno d’amore, anche se doveva accontentarsi di quello sintetico. Era una donna sola. Troppo sola per i propri gusti. Avrebbe voluto un uomo accanto a sé, ma non ne aveva mai trovato uno che la sapesse rispettare e amare veramente. Uno che capisse le cose che per lei erano veramente importanti. Da qualche giorno stava con un ragazzo di origine cinese. Riponeva molte speranze nella loro storia, ma ancora non si voleva fare illusioni.”
 
Piero De Mastris, l’imprenditore:
 
“In mezzo a quelle due statue, ritto sul pavimento decorato con disegni in marmo vermiglio, s’ergeva un uomo, anch’egli elegante, sebbene di un’eleganza un po’ più moderna. Era una persona che aveva tutta l’aria di chi sia abituato non solo a comandare ma anche a essere ubbidito. Stupiva quasi che, in un luogo tanto fastoso, fosse lui ad aprire la porta con le sue stesse mani, invece di dare ordine a qualche cameriere o maggiordomo.
– Il Signor De Mastris ? – chiese Esharhamat.
– E chi altri? – rispose burbero il padrone di casa.”
 
Walter Lievi, il mercenario:
 
“Walter finì il vino, facendo gorgogliare la lattina con la cannuccia. Spense il proiettore e si alzò. Era ora. Doveva rimettersi al lavoro. Era ben pagato. Ottimamente pagato, per uno come lui, che non aveva mai studiato e che non aveva mai imparato nessun mestiere. Però era un lavoro sporco. Un lavoro di cui non era prudente parlare liberamente. Tanto non aveva nessuno con cui parlarne. Certo aveva amici, ma erano tutti virtuali. Con loro poteva assumere l’identità che voleva. Aveva molti nick e ognuno lo conosceva come una persona diversa. La sua anima era dispersa nelle varie identità. In realtà lui non pensava di avere un’anima.”
 
E ora non vi resta che leggerlo e… guardarlo.
 

Si avvicina la battaglia finale della guerra millenaria tra licantropi e vampiri.
Che cosa sarà del mondo dopo il Settimo Plenilunio? Potrà l’amore di una donna per un vampiro e per un licantropo spezzare per sempre l’antichissima maledizione che condanna queste due razze alle tenebre e al sangue?

Oltre 100 immagini, realizzate da 17 artisti, illustrano questa Gallery novel scritta da Carlo Menzinger e Simonetta Bumbi con la collaborazione determinante di Sergio Calamandrei.

Illustrazioni di: Raffaele Addivinelo, Fabio Balboni, Massimo Bernardi, Angelo Condello, Guido De Marchi, Arturo Di Grazia, Daniela Divano, Alessandro Fantini,  Laura Fazio, Marco Ferrara,  Alessandro Giovagnoli, Alessia Grassi, Giuseppe Iannolo,  Elena Masia, Luca Oleastri, Silvia Perosino, Niccolò Pizzorno.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi