Pier Paolo Sciola - perché tu desista dal copiarmi

Vedi
Titolo perché tu desista dal copiarmi
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Visite 991


oggi piuttosto triste
e sai che vado
a sbattere
come falena friggo
cieca alle lucette
azzurre di donnine
iridescenti le mie ali
sbruciacchiate

(qui la roba costa un cazzo
la qualità è mediocre
il quanto è una variabile)

c’è una costante
gravitazionale
che mi prostra o che
mi prona ed è che mi
innamoro di pianeti solitari
intorno dove piazzo
la mia giostra calamita
ad attirare

(amarti è chimica del freddo
non c’è possibile reazione
non c’è mai stato sangue)

da queste parti il tempo
non procede

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi