Maldola Rigacci
IL SEGRETO DEL FUOCO E DEL GELO

Vedi
Titolo IL SEGRETO DEL FUOCO E DEL GELO
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Dedicato a
un uomo che cammina con me
Pubblicata il 06/10/2004
Visite 4424
Punteggio Lettori 127
Note spesso ci si perde, talvolta ci si ritrova, mai come prima, può essere che si rinasca insieme...

Respiri regolare
in sospensione di me

all’inizio.

Abbandona il segreto del fuoco e del gelo
del fiume che curva
delle ali che aprono il giorno
delle profezie che le tortore becchettano.
Abbandona il corpo
foresta d’archi stregati
che si schiudono
alla mia assorta trasparenza.

In questo pallido d’alba incustodita
è la luce, dorme il leone sotto l’arcobaleno.
Guardami come viaggiatore alla fine di tutto.

Un lungo respiro
in alto
un lungo respiro forte
d’antiche rose fra te e me
così mi guardi

infine.

Trasformi le radici d’acqua
bruci correnti guizzanti
esplodi i miei soli d’agata
mi muori nei capelli a braci
varchi il mio tempo di conchiglie incantate
abiti il mio corpo porta della tua mensa.

Onde in battito piccolo e irregolare
mi gemono nell’odore del tuo sonno breve

e di nuovo
nasciamo
nel disordine e nel mare.


Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi