Pier Paolo Sciola
Avere Un Luogo Dove Vergognarsi

Vedi
Titolo Avere Un Luogo Dove Vergognarsi
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Pubblicata il 13/10/2004
Visite 2042
Punteggio Lettori 96


caldo eppure freddo lucido
e poetico
le mie schizofrenie

porto a ballare il mondo
fra le dita io saprei
creare
ma non intorno una
di girandola ai miei occhi.

non è soltanto carne
che mi manca come pane è il resto
la verdura a zaccarrare
i nostri denti nuovi

ieri oggi mai
il tempo insulso
che m’annoia io che cognosco
dove amore si fa tana

pure di tutte scovo
alterità
e sconvenienze sono
i quaranta e rotti la disillusione
la colla sovrumana della corda intorno
al collo
generazione di vigliacchi
senza poco dio

e l’egoismo questa bestia
che non si sa imparare
noi che non siamo stupidi
un giorno si dovrebbe

così l’inferno potrà farsi
avere un luogo dove
vergognarsi

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi