Maldola Rigacci
UOMO, cantastorie di colorate menzogne

Vedi
Titolo UOMO, cantastorie di colorate menzogne
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Dedicato a
quelli di noi che hanno il sogno di in-cantare
Pubblicata il 03/11/2004
Visite 4410
Punteggio Lettori 127
Note Tutti conoscono la storia di Sherazade, ma nessuno quella di Ulisse che incantò per tre giorni la Morte e Lei l’amò...
Nel mezzogiorno del mirto
che canta alla cicala morente
ricamai l’onda dolce di foglie
che dà morte di mare
di mare color del vino
come i tuoi capelli
a guardare guerra di tempeste
e lune cieche di cantori.
Ero buia e bella come attesa di labbra,
inchinava le cime degli alberi
il sorriso metà sussulto metà quiete,
strinava il cielo la veste
di locuste in sonno di grano verde.
La mia mente assenza e silenzio
fino a battito d’orizzonte
cercava reggia o capanno per un corpo
nessuna piuma di gabbiano più pura.

Uomo non sbiadire al tramonto
del tuo canto nè respingere vele
all’orlo delle ultime piogge.
Dammi delle tue fiabe la cattedrale.
Uomo occhi cangianti in ali di libellula
prometti il racconto che goccioli di frescura
le mie labbra secche per terra e scorza.
E dammi navi
navi come ventose primavere
e tele d’ordinato amore colorate
e un letto di legno di fichi neri
che lo divida solo con i sogni.
E dammi gli dei
gli dei che scendono discosti
nella possessione del tuo sguardo.
Uomo ogni desiderio nella tua voce
fogliame folto a nascondere
inganno di mare e nube.
Uomo alla fiaccola ora sei biondo
che nel sole eri scuro come giacinto.

Mai mi sono sciolta dal tuo racconto
tutto l’infinito che è in me.
Nelle tue mani che intagliano letti
mi son fatta donna
per tre notti
affacciata al sale della luna
ché d’essere la tua Morte ho perso mente.

Uomo nel gemmare delle tue parole
seme d’oro ho raccolto.
Uomo non hai regine pazienti
né figli spavaldi e stranieri.

Solo Morte occhi di viola
ha ascoltato la storia
e in regni di selci lucenti
avvolge per te parole a chiamare
l’ultima dolce onda.

Uomo
dalla tua isola intatta e pura
cantastorie di colorate menzogne

non t’allontanasti mai.


Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi