M. Gisella Catuogno
Infanzia di mare

Vedi
Titolo Infanzia di mare
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Dedicato a
agli amici di lds
Pubblicata il 12/11/2004
Visite 4153
Scritta il 12:11:04  
Punteggio Lettori 127
La mia infanzia ha
il sapore del mare
che portava lontano
mio padre a navigare.
Mare amaro
quando vento soffiava
e io pensavo alla nave
prigioniera delle onde
e lui che pregava
il ritorno.
Quel mare,
se scirocco urlava,
inondava la strada
per la scuola
ed io,
grembiule bianco
cartella in mano
e batticuore in petto,
sceglievo i campi
per passare, correndo
tra cespugli
di ginestre e rosmarino.
Ma quel mare
era anche gioia,
era mare di primavera
già a febbraio,
quando ancora sulla terra
tacciono i colori
ma natura
semina nell’acqua
germogli di vita
e le praterie di posidonia
fioriscono sui fondali.
Io bambina
ai primi tepori
scendevo sulla riva,
scrivevo nella sabbia
parole segrete,
respiravo dell’alga
l’acre profumo.
E poi, d’estate,
era mare d’allegria,
quando vita tornava
dopo il deserto invernale
ad animare di nuovi amici
i giochi, le ingenue fantasie
e ci regalava
ghirlande di giorni
bagnati di luce e di sale.



Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi