Pier Paolo Sciola
Ennesima Domenica di Merda

Vedi
Titolo Ennesima Domenica di Merda
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Pubblicata il 16/01/2005
Visite 2056
Punteggio Lettori 100
Note scelto titolo volgare perché sincero e endecasillabo (altrimenti: questa è una magione dove)

non più anime nel giro
pronte a correre in soccorso
men che meno al perditore
quella mia

siedo esatto nel silenzio
è un pomeriggio
come un altro
di un’ennesima domenica di merda

(perché dovrebbe avere dita
il tuo telefonino quando...
se non abbiamo anelli d’oro
a circondare... ?)

un sole azteco mi traguarda
o mi fa finta
da un cestino sardo in raffia
arrotolato sopra il muro

deposto il cuore indaffarato
in mani poi distanti
non più padrone o ladre
sempre privo del tuo corpo

(ciò che resta è sospensione
decidersi alla fine o cominciarsi
dal principio)

questa è una magione dove
assente
non si può parlare di famiglia
o ci si può dolere

è una costante assistenziale
il freddo resistenza
che sprofonda ed entra
nelle ossa

(tutto sottaciuto
persino la violenza
qui dentro non si può
nemmeno dire)

nessun segnale afflitto
o delta
dal tuo venere
disperso

qui ma donna qui
si gela vado
a comportare fuoco e lune
l’universo sottozero

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi