Maldola Rigacci
ORA CHE FIRENZE PARE ANTICA

Vedi
Titolo ORA CHE FIRENZE PARE ANTICA
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Dedicato a
la mia città, Firenze, e a te...
Pubblicata il 11/05/2005
Visite 5333
Punteggio Lettori 127
Che è bella lo dicono tutti a questa città mia ed io sono talmente sua che mai ho pensato di dirglielo. Certo di giorno ha ancora qualche splendido lineamento nitido della gioventù, ma è di notte che diventa sensuale, morbida e un po’ decadente come un’antichissima Bisanzio. Glielo dirò.


Ora
che antica pare Firenze
per torri che in gomitoli orgogliosi
ardono notte in tempo trafitta
e ortiche mastica un Arno pallido
fra farine in penombre di mulini,

ora
che è nuda la luna
in fondo alla brocca
adesso
mentre ai tetti sono chiari gli occhi
e su altalene
di balconi gonfi d’aria
si traghettano desideri bruni
e tutti i corpi
da un dio goloso
offerti sognati,
caverne stregate e porte sull’acqua
sono attese andate,

ora
prendimi
che sete intatta ti conosce.
Braci d’acqua accesa i miei seni
nascono per gallerie di respiri
a mormorarti un arco
che tinge di pioggia il ventre
foce di canto alla fiamma.
Mondi inventa la lingua
sgorga mari
isole danza
nudità intrecciate infrange
ala stordita a rito di vento.

Prendimi ora
che deriva di nave è la stanza
e Bisanzio un cantastorie roco
di stelle
in terra di zingari.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi