M. Gisella Catuogno
Da madre s’apprende

Vedi
Titolo Da madre s’apprende
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Dedicato a
a mia madre
Pubblicata il 19/10/2005
Visite 4150
Punteggio Lettori 127
Da madre s’apprende profilo
d’ ovale chino su culla
in trepido sguardo
di tenerezza ansiosa
e fatica di notti
bianche di latte e di veglia.

Da madre s’apprende voce
di ninnananna che fuga
fantasmi e il buio fiorisce
di stelle e di fiori
di fate e folletti
in sussurri di pioggia
in odore di fieno e
di terra bagnata;
s’impara profumo di spighe
che diventano pane
nel forno,
calore d’abbraccio
mani congiunte
in preghiera
e infinita pazienza
di goccia che scava.

Da madre s’apprende
sorriso e rimprovero,
umidità di pianto,
rosario d’attese,
s’impara pena e declino
bianco dei capelli
curva delle spalle
e fragilità di vetro,
di piuma agitata dal vento
e forza, nel fare coraggio,
nonostante.






Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi