M. Gisella Catuogno
Come nevicata su un’isola

Vedi
Titolo Come nevicata su un’isola
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Dedicato a
alla timida nevicata di oggi pomeriggio
Pubblicata il 29/12/2005
Visite 4099
Scritta il 29/12/2009  
Punteggio Lettori 98
Arriva al galoppo l’inverno
quest’anno e ricopre di bianco,
di torpore ovattato,
anche i pensieri.
Dalla finestra guardo la cima
innevata dei Sassi Tedeschi
e il Volterraio che intrepido resiste
all’assalto del freddo.
Il cielo è in dubbio
se aprirsi all’azzurro
o cedere alle avances
delle nuvole nere a ponente.
Straniti, i gabbiani
sospendono i voli
e zampettano incerti
sulle tracce di neve.
Caduto il libeccio di ieri,
tornato il mare
a far tregua col mondo,
l’aria è di immobile gelo
e spaventa alla mimosa
il timido giallo dei primi piumini.
Trilli dorme, abbracciata a se stessa,
io mi lascio cullare
dal nuovo silenzio
e con la mente vago leggera,
come nevicata su un’isola,
per non farmi del male.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi