Nicolina Carnuccio
quando eravamo bambini io e i miei fratelli

Vedi
Titolo quando eravamo bambini io e i miei fratelli
Autore Nicolina Carnuccio
Genere Narrativa      
Pubblicata il 18/01/2007
Visite 3783
Punteggio Lettori 10
2
La nostra casa era vicinissima al mare.Davanti aveva
un piazzale e a lato un grande sedile di pietra.
Le corse le sere d'estate a piedi nudi per prendere posto
sul sedile di pietra!Aspettavamo il buio per dare la caccia alle lucciole.Poi quando il buio era fitto,
una piccola corsa,uno zigzagare affannoso e di colpo la magia di piccole luci nell'incavo delle nostre mani!Le spiavamo un istante felici,poi le mani si aprivano...

3
Non avevamo compagni di giochi,non c'erano case in marina,c'era solo la stazione dei treni.Il passare dei treni scandiva d'estate le nostre giornate.D'inverno i più grandi di noi si trasferivano con la nonna in paese per frequentare la scuola.
Il nostro paese è arroccato su una collina tra due piccoli fiumi,non molto distante dal mare.Quando noi eravamo bambini contava cinquemila abitanti.Sorto nel Medioevo,rimasto intatto nella sua primitiva struttura,ora è quasi deserto.Molta gente è emigrata e quella rimasta preferisce abitare in marina in case comode e nuove.Paese in vendita lo chiamano adesso(1986)alla televisione:si vorrebbe salvarlo vendendo le case per poco a turisti che l'abitino almeno d'estate.

4
La nonna a malincuore si trasferiva in paese.Da lì le veniva lontano recarsi al suo piccolo fondo di ulivi.Eppure vi andava ogni giorno.Quindici chilometri a piedi per andare e tornare.Partiva all'alba e noi dormivamo ancora, nel suo letto di foglie di mais,sotto coperte e lenzuola tessute da lei stessa al telaio.Ci svegliava per poco il battere ritmato degli zoccoli degli asini sulle strade di pietra in discesa:una processione verso la campagna.Poi riprendevamo a dormire.Una mattina non ci svegliammo in tempo e arrivammo a scuola in ritardo.Io facevo la prima.La maestra mi accolse con dieci rigate su una mano e dieci sull'altra.

5
Al suono dell'Ave Maria la nonna era da poco tornata.Andava in soffitta salendo una scala di legno.Sul tavolato avevamo in un angolo un focolare senza camino.Lei si chinava per accendere il fuoco con piccoli sterpi.Soffiava e soffiava fino ad avere il viso paonazzo e finalmente appariva una debole fiamma e il fumo invadeva la stanza e usciva attraverso le tegole e una stretta finestra.Aggiungeva altri sterpi e un paio di ceppi e il fuoco divampava robusto.
La nonna cucinava poggiando la pentola su un tripode di ferro.Accostava la pentola al fuoco quando la fiamma s'era un poco attenuata:i fagioli non vengono bene cucinati con troppo bollore.
Crescevamo a pane,olio e fagioli.Ogni tanto carne di capra bollita.Eravamo in buona salute.
Tornavamo da nostra madre il pomeriggio di sabato,percorrendo a piccole corse e saltelli sette chilometri di strada di terra battuta.

6
Chiuse le scuole tornavamo in marina,a mia madre,a mio padre,ai giochi di sempre,alle liti fra noi .
Buttavamo le scarpe ,peraltro consunte,e via a piedi nudi per campi e per strade.Eravamo pure padroni della spiaggia del mare,a quei tempi deserta.Del mare ricordo le lunghe dormite distesa sulla riva ghiaiosa dopo i lunghissimi bagni.Ricordo i delfini danzanti a pochi metri da noi e il nostro stupore ogni volta.
Con la nonna andavamo in campagna:il suo fondo era poco distante dalla marina.Vicino scorreva una lenta fiumara.I miei fratelli coi piedi nell'acqua ribaltavano piccoli massi in cerca di granchi.S'inventavano giochi.Costruivano piccole ruote che infilate in un'asta tenevano immerse nella corrente per il gusto di vederle girare.
Il fiume,teatro di giochi e utile amico.Nelle sue acque mia madre sciacquava il bucato e sulle sue rive mia nonna stendeva al sole a sbiancare la tela tessuta di fresco.
(continua)

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi