M. Gisella Catuogno
Chi bussa alla mia porta

Vedi
Titolo Chi bussa alla mia porta
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Dedicato a
gli amici vecchi e nuovi di lds
Pubblicata il 19/02/2007
Visite 4568
Punteggio Lettori 127
Note L´avevo già pubblicata, ma non ricordo per quale disguido è sparita dal mio elenco.La ripropongo con qualche modifica.
Chi bussa alla mia porta
s’aspetti lo scalino incrostato
di sale e di conchiglie
e reti da pesca stese
ad asciugare sull’erba;
s’aspetti stanze mute di finestre
e varchi di luce e cielo
al loro posto
e sotto, se s’affaccia,
il mare che dilaga.

S’aspetti nuvole che giocano
a rincorrersi,
mulinelli di vento
per fughe d’aquiloni
e Malinconia che danza
tra pareti d’alba e di tramonto.

S’aspetti odore di tamerici
e visite di rondini
dai nidi sotto il tetto,
sulle mensole vetrini colorati
e pile di libri
che arrivano al soffitto.

E ovunque canestri intrecciati
da silenziosa pazienza
dove cercano pace
i giorni trascorsi:
profumati di muschio e vaniglia
vestiti di seta e di tulle
o dimessi, ornati di nero e viola,
intrisi di pianto e tristezza.

Chi bussa alla mia porta lo sappia
che ho solo questo da offrire
oltre a ghirlande di biancospino
che piovono petali di fragile bellezza.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi