Maldola Rigacci
SCRANNI E PORPORE IN GLORIA DI SIGNORE

Vedi
Titolo SCRANNI E PORPORE IN GLORIA DI SIGNORE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Teologica      
Dedicato a
" perinde cadaver "
Pubblicata il 11/03/2007
Visite 4253
Punteggio Lettori 127
Note - Confiteor -



Si sciogliesse il mondo
a grattarsi croste tanto vecchie
da vellutarsi per millenni
scranni e porpore e colonne
in porfidi sorrisi.


Se d'eclisse s'aspettasse
un mezzogiorno
un qualche
pur che sia,
transfuga un angelo basterebbe
in gloria di Signore
pur d'ali piccole
come merlo in festa
pure blu
uno qualsiasi
che n'hai tanti
in gerla di Pastore.


Starei fissa
all'attesa,
marmi lucidi
e un passato troppo rosso e troppo bianco,
o Signore,
sì non mancherei.


Ma il cielo é troppo azzurro
troppo azzurro
in fissità.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi