M. Gisella Catuogno
Nel mese delle rose

Vedi
Titolo Nel mese delle rose
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 06/05/2007
Visite 3952
Scritta il 01/05/2007  
Punteggio Lettori 90
E’ nella levità azzurrina
di questo cielo di maggio
appena uscito dall’umido
di pioggia che ti cerco;
e nell’allodola che canta
l’approdo dell’alba alle sue rive
dopo la traversata inquieta della notte;
ti cerco nel corallo della rosa
che si è schiusa in giardino
sotto il salice discreto;
e nelle ali esitanti
della farfalla che ha scambiato
per fiore la mia mano.
Ti cerco, o dio senza volto e senza nome,
perché non so negarti né accettarti
perché sono come barca alla deriva
nella burrasca infinita della vita;
e non trovo risposta al dolore
al pianto, al lutto, alla violenza
e all’esilio perpetuo della gioia
da occhi stanchi di sguardi e di promesse.
La primavera preme
come chicco di grano nella spiga
sotto il sole di fuoco dell’estate;
intorno è profumo di gelsomino e zagare
a ubriacare di nettare gli insetti
a riempire di bisbigli e nuove piume
i nidi intrecciati di recente
a riportare lucciole irrequiete
a punteggiare il buio di lustrini
nei campi profumati e tiepidi di sera.

Il male non si addice a questi giorni
dorati di sole, nostalgia d’infanzia,
voglia di languore e tenera speranza:
dacci una tregua, mio Dio,
almeno nel mese delle rose!






Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi