M. Gisella Catuogno
Ma il Labirinto resta

Vedi
Titolo Ma il Labirinto resta
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 15/07/2007
Visite 3834
Scritta il 15/07/2007  
Punteggio Lettori 70
Mi basta talora un cantuccio
del mio giardino di vento
[in lontananza un castello austero
nell'aria il sentore del mare vicino]
per addolcire la burrasca dei pensieri
e farli veleggiare meno ansiosi
al loro incerto approdo quotidiano.
Oh se avessi sempre in tasca
come Pollicino
le briciole di pane
per ritrovare, sicura,
la meta che mi sfugge!
E il filo che dipanò Teseo
e gli conquistò la luce e la sua Arianna!
Invece posso solo cercare
prospettive inedite
angoli visuali nuovi
il conforto di tracciare segni
indifferenti ai più
ma il Labirinto resta:
mi guida una farfalla
il calpestio d'un passero
il verde d'erba nuova.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi