Maldola Rigacci
SERENA CHE AMO´ ORIELLA,CHE AMO´ MARGHERITA, CHE AMO´...

Vedi
Titolo SERENA CHE AMO´ ORIELLA,CHE AMO´ MARGHERITA, CHE AMO´...
Autore Maldola Rigacci
Genere Racconti Brevi      
Dedicato a
Al mondo di coloro che ancora oggi non hanno riconoscimento sociale e giuridico
Pubblicata il 24/11/2007
Visite 4004
Punteggio Lettori 70
Note La storia raccontata è assolutamente vera.
Stamani Serena ha trovato una rosa rossa sul davanzale della finestra, che sembra essere fatto per lasciare rose rosse, così ampio e basso. Ieri vi ha trovato una rosa blù. La rosa rossa è del suo amore attuale, la rosa blù di uno passato, ma che passato non vorrebbe essere.Serena è così bella che nessuno si meraviglia delle rose sul davanzale.Chi passa, di sera, sbircia nella stanza della bella Serena, che non ha messo tende alle finestre e si gode tanti manifesti colorati alle pareti e lei che passa col suo bel seno prorompente.Ogni tanto sul davanzale la fanciulla mette scarpe da ginnastica maleodoranti, ma pazienza, è troppo bella Serena, che raccoglie la sua rosa con il sorriso di una regina. L'ha lasciata Annalisa, L'Amorù, l'amore suo insomma, forse la ragazza giusta dopo tante traversie. Annalisa si è accorta di amare le donne solo dopo aver visto Serena e ha compreso così le stranezze della sua vita. Annalisa è una ragazza come tante, ha un lavoro come tante, una famiglia normale. L'Amorù è stata così felice di scoprire il motivo per cui non si sentiva normale, che è volata dai genitori a parlarne. Il padre l'ha presa malino, ne ha fatte di tutti i colori, poi si è chiuso in un mutismo duro e va ad ululare nel bagno solo quando crede di non essere sentito. Tutti gli altri in famiglia aspettano che passi. Serena ha messo la rosa blù di Piera in cima ad uno scaffale, perchè l'Amorù sua non la veda, ma non la vuol buttare, con Piera sono state abbastanza felici per qualche mese. Piera è un'operaia e ha un'appartamentino piccolo piccolo di cui Serena si è stancata dopo tanti ritorni di Piera sfinita per il lavoro.Anche Serena lavoricchia, ma è giovane giovane e la sera non è mai stanca.Piera, prima di Serena aveva amato molto Valeria, che amò perdutamente Arianna, che amò Stefania, che però scappò in Spagna alla ricerca del paradiso.Annalisa non sa perchè ama le donne e nemmeno Serena, che viene da un tunnel d'infanzia buio e strano e non lo sanno nemmeno psicologi e psichiatri. Serena cominciò da ragazzina a guardare le donne mature e le sue coetanee e credeva di essere malata grave.Conobbe Oriella, tanto più grande ed esperta. Serena scappò di casa e si rasò i capelli alla soldato Jane e sognò che Oriella sarebbe stata la vita per tutta la vita. Così lo seppero i genitori. La mamma disse" Oddio, non sarò mai nonna!"E si ammalò di dispiacere, Il babbo esclamò" Almeno non mi rimarrà incinta presto!" e si dette a distrazioni varie.
Ora Serena ripone la rosa della sua Amorù sul letto, l'aspetta, non vede l'ora di baciarla sulla bocca così morbida e magari faranno l'amore, chè è festa e non si lavora.
Hanno comprato due vestiti bellissimi, di grandi firme, faranno una festa, una festa di fidanzamento,la mamma di Serena si è ripresa, conta in qualche modo di diventare comunque nonna e anche lei si è comprata un vestito nuovo.Hanno riso tanto, tutte e tre insieme.
Oggi Serena è davvero serena. Sposta la rosa su un ripiano celeste, la sposta con le sue belle mani e i polsi forti segnati da due profonde cicatrici, L'Amorù ritarderà, come al solito, Annalisa che ha ricordi di tanti ragazzi sbagliati, che magari sbagliati non erano.
Serena pensa a Margherita, che ogni tanto abbandona il lavoro e va a mangiare cioccolata ad Orvieto e torna stanca stanca con strani maglioni larghissimi, pensa a Francesca che non dura quindici giorni con Mara, perchè Mara è bisex e non sa che cosa fare dei suoi amori.
Comunque Serena ed Annalisa hanno deciso di non frequentare quasi più i loro locali notturni:Serena incontra tutte le sue ex, regolarmente e si è stancata, si è stancata di tutta la birra, che vede bere,dei volti un pò persi, delle"camioniste", come le chiama lei e poi le arrivano troppe rose! Rose di tutti i colori e biglietti infuocati, chè Saffo proprio par senza misura.
Sì, ora Serena e l'Amorù dormono abbracciate con capelli da Ofelia e aspettano, aspettano fate un pò più buone.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi