Carlo Menzinger
Gran serata ucronica a Firenze

Vedi
Titolo Gran serata ucronica a Firenze
Presentazione di Ucronie per il terzo millennio
Autore Carlo Menzinger
Genere Attualità cultura      
Dedicato a
A tutti gli ucronici
Pubblicata il 17/02/2008
Visite 4219
Scritta il 17/02/2008  
Punteggio Lettori 127
Note Resoconto della presentazione dell´antologia di allostorie.

Ebbene sì, sabato è stata proprio una bella serata! Firenze era un po' freddina, ma il cielo era terso e la Galleria Donatello calorosamente accogliete e si è riempita in fretta.




Già mezz'ora prima di cominciare, la gente cominciava a cercare un posto per sedere o si aggirava intorno per ammirare i quadri del Gruppo Donatello, esposti sulle pareti.




Quando abbiamo iniziato la presentazione, i circa cinquanta posti a sedere erano ormai pieni e molta gente si accalcava in piedi. Altri c'hanno raggiunto via via. Complessivamente credo siano passate circa novanta persone.




Il primo intervento è stato quello del sottoscritto (Carlo Menzinger), in qualità di moderatore della serata, oltre che di curatore dell'antologia.




Ho iniziato con i ringraziamenti, che qui rinnovo, a tutti i presenti, per essere venuti così numerosi; al Gruppo Donatello per averci ospitato nella Galleria; all'editore Antonello Cassan per averci messo a disposizione il Forum di Liberodiscrivere, su cui il libro è stato scritto, per aver pubblicato il volume e per essere venuto da Genova a testimoniare il suo appoggio al progetto; a tutti gli autori e, in particolare a Maria Iorillo per l'editing, ad Angela Rosati per aver realizzato la copertina e ad Alberto Pestelli per averci messo in contatto con la Galleria.




Ho quindi spiegato cosa sia un'ucronia e come questo genere letterario si collochi nei confronti del romanzo storico e della fantascienza (in proposito potete leggere l'apposito post) e raccontato come quest'antologia sia nata.




Dopo aver scritto il mio primo romanzo ucronico "Il Colombo divergente", mentre stavo già scrivendo il secondo ("Giovanna e l'angelo"), ho spiegato, un lettore mi disse "hai scritto proprio una bell'ucronia. Quando ne scriverai un'altra, fammelo sapere!"




Ebbene, all'epoca non sapevo di aver scritto un romanzo ucronico o che si potesse inserire in uno specifico genere letterario.   Scoprii però che il termine "Ucronia" era ignoto ai più.




Fu così che, all'inizio del 2007, mi dissi "possibile che un genere letterario così ricco di possibilità narrative, non abbia il successo che si merita? Possibile che l'ucronia sia un genere così poco noto?"




Decisi che bisognava porre rimedio alla cosa. Mi posi allora, nel mio piccolo, tre obiettivi:




1.       individuare il maggior numero possibile di autori ucronici e cercare di metterli in contatto;


2.       realizzare un'antologia di racconti ucronici;


3.       cercare di far conoscere maggiormente questo genere letterario.




Ebbene, credo che qualcosa in quest'anno sia stata fatta. Abbiamo riunito un gruppo di diciotto autori, che hanno realizzato assieme un'antologia di ben 46 racconti, che copre tutta "l'allostoria dell'umanità da Adamo a Berlusconi"!




Dopo il mio intervento il Prof. Gianni Marucelli, ha illustrato le principali caratteristiche dell'antologia, la ricchezza di racconti umoristici, la varietà di toni stilistici, pur nell'omogeneità complessiva data dalla strutturazione cronologica e dalle note storiche alla fine di ogni capitolo. Il professore ha illustrato alcuni racconti che ha ritenuto particolarmente significativi e ha illustrato alcune recenti teorie della fisica, che rifacendosi alla relatività einsteniana, sembrerebbero non totalmente escludere i viaggi nel tempo e, quindi - ha voluto azzardare il professore - forse un giorno anche le ucronie potrebbero, magari, diventare possibili, se solo qualcuno riuscisse a tornare indietro nel tempo e modificare la storia!




E', poi, intervenuto l'editore di Liberodiscrivere (che ha pubblicato il libro) Antonello Cassan, che ha salutato e fatto i complimenti per la qualità del lavoro svolto e per aver saputo creare un gruppo di scrittura così efficace.




Sono poi intervenuti alcuni degli autori presenti.




Sergio Calamandrei, un giallista in via di rapida affermazione, autore, tra l'altro de "L'Unico Peccato" (un giallo ambientato nella Biblioteca Nazionale di Firenze), ha parlato del suo racconto "Caput Mundi", in cui il ratto delle sabine si risolve per Romolo e gli antichi romani in un disastroso fiasco.




Angela Rosati, giunta da Modena, autrice anche della copertina di "Ucronie per il terzo millennio", oltre che di quella della seconda edizione del mio "Il Colombo divergente", dopo essersi presentata, ci ha divertito con uno dei suoi racconti "La Cassata", in cui l'egiziana Nefertiti diventa una cuoca e apre una locanda.




L'autrice ha letto anche un simpatico messaggio fattoci avere da uno degli autori assenti Peppino Pompò.




Erano presenti anche Gianna Campanella e Vera Bianchini che hanno salutato e ringraziato tutti i presenti.


Alberto Pestelli, uno degli "Struffellati", gli autori di Liberodiscrivere, che recentemente si sono riuniti per realizzare il volume "Il volo dello Struffello", c'ha illustrato e letto in parte il suo simpatico racconto "Dante e Duccio", in cui immagina un Dante Alighieri che viene ucciso prima di completare la Divina Commedia.




Giunto dai castelli romani, Martino Pasquale ci ha parlato del suo racconto "Garibaldi, eroe di Roma", in cui Garibaldi consegna l'Italia al Papa, unificandola sotto i colori papalini e garibaldini: giallo e rosso, anticipando così i colori della squadra di calcio capitolina! Martino ha chiuso la serata con alcuni versi da lui scritti per l'occasione, che hanno molto divertito i presenti.




Dopo un aperitivo in Galleria, alcuni di noi si sono ritrovati in pizzeria per completare la serata.


Chi volesse vedere anche le foto può andare sul mio blog http://menzinger.splinder.com/post/15987838/Gran+Serata+Ucronica+a+Firenze 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi