Nicolina Carnuccio
arbaru

Vedi
Titolo arbaru
Autore Nicolina Carnuccio
Genere Poesia - Dialettale      
Pubblicata il 27/03/2008
Visite 4230
Punteggio Lettori 30

nc'è nn'arbaru
artu artu
avant'a casa mia
u mbernu
u ventu
u leva ccà dde hra
comu na canna
'a stati
i passarehri
a ccohr''e sula
si posanu sup'ihru
a ccentinara
e ffannu caciara.


c'è un albero alto alto davanti casa mia,d'inverno il vento lo porta di qua e di là come una canna,d'estate i passeri al tramonto si posano su di lui a centinaia e fanno caciara.


'a ficandianara


nte libri ti chjamanu opuntia
pe mmia tu sini
'a ficandianara
pittehri supa i pittehri
e ahra cima
i frutti chjini 'e spini
nànnama i cogghjìa
cu hr'astutacandili
e mmama nci mundava
ahri zzitehri
a mmani nudi
c'avìa 'a pehri tosta
pe' i fatighi,
opunzia-ficandianara
ti vogghju bbena
ca comu quandu
ca tuna ni criscisti
nita cu hri ficari
e hr'allivi.


nei libri ti chiamano opunzia,per me tu sei il ficodindia,palette sopra le palette e in cima i frutti pieni di spine,mia nonna li coglieva con l'astutacandili e mia madre li sbucciava ai bambini a mani nude chè aveva la pelle dura per le fatiche.opunzia-ficandianara ,ti voglio bene perchè è come se tu mi avessi cresciuto insieme con l'albero dei fichi e l'albero delle olive.

mia nonna si costruiva l'astutacandili fissando in cima a una canna un piccolo barattolo vuoto di latta capovolto.ringrazio tantissimo chi,leggendolo,onora il mio scorbutico dialetto.ciao.lina

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi