M. Gisella Catuogno
Come il mare la roccia

Vedi
Titolo Come il mare la roccia
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia - Introspettiva      
Pubblicata il 07/07/2008
Visite 3636
Punteggio Lettori 36
Mi levigano come il mare la roccia

[carezze lente e inesorabili
umide di sale e di tempesta]

gli anni che passano

-vertigini d’azzurro
plasmate di memoria-

entrano nei recessi dell’animo
e ne addolciscono durezze e asperità

[ah il vagare insano della mente
su quel che non è stato!
e i vortici di luce
sprigionati dal tempo
dell’incanto e della meraviglia!]

Si liberano lievi
le scorie galleggianti
sopra l’acqua di specchio

[legni al naufragio
foglie sospese, piume vaganti]

illudendo parvenze
di quotidiano infinito
nel quale m’avverto

pulsazione di un attimo

frammento indistinto

scintilla precaria

di momentanea eternità.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi