M. Gisella Catuogno
Sogno un Paese normale

Vedi
Titolo Sogno un Paese normale
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Parole in Libertà      
Pubblicata il 16/10/2008
Visite 3243
Punteggio Lettori 40
Sogno un Paese normale
che non abbia bisogno d’eroi
dove meno parole turbinino
in mulinelli impazziti
che offuscano o confondono
la cesura tra bene e male
quel confine sacro e nitido
com’è la teoria dei cipressi
tra i campi di grano e d’olivi
nella dolce terra toscana.
Un Paese dove non il cinismo
non imperi indisturbato
come un monarca sul trono
agghindato di scettro e corona
e abbia senso il suono l-e-g-a-l-i-t-à
scampanio festoso di Resurrezione,
maestrale che spazza i nuvoloni;
dove chi denuncia la cancrena
incatenando la sua libertà
non sia costretto a scegliere
d’andarsene in esilio
lontano dal profumo dei limoni
per vivere decentemente
l’unica gioventù che abbiamo.

Un Paese che accolga chi fugge
dalla paura e dalla povertà
e ne faccia lievito per un domani
di reciproca generosità;
che non crei classi separate
per bimbi gialli e neri
perché l’italiano e la convivenza
s’impara tutti insieme
in allegria e disponibilità.

Sogno un Paese dove non
esistano caste che seducono
con bla-bla e lustrini gente
povera di mezzi o di cultura;
un Paese da amare e da stimare
senza arrossirne e senza espatriare.



Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi