Nicolina Carnuccio
a mia figlia lontana

Vedi
Titolo a mia figlia lontana
Autore Nicolina Carnuccio
Genere Poesia - Dialettale      
Pubblicata il 04/01/2009
Visite 3673
Punteggio Lettori 20
nu jornu
eri piccirihra
potivi avira n'annu
e ncuna cosa
ti tenìa mbrazza
zia Teresa
na fìmmana
ti dissa
e ttu cu sini bella zzitehra
nci rispundisti 'e botta
la gioia l'amore il cecioro(il tesoro)
eu ti chjamava accussì
e ssorma Teresuzza
tramenta n' 'u cuntava
ridìa sorpresa.


un giorno
eri piccolina
potevi avere un anno
e qualcosa
ti teneva in braccio
zia Teresa
una donna
ti disse
e tu chi sei bella bambina
le rispondesti di botto
la gioia l'amore il tesoro
(io ti chiamavo così)
e mia sorella Teresa
mentre me lo raccontava
rideva sorpresa.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi