M. Gisella Catuogno
Di guerra s´impara

Vedi
Titolo Di guerra s´impara
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia - Sociale      
Dedicato a
ai bambini vittime della guerra
Pubblicata il 09/01/2009
Visite 3230
Scritta il 08/01/2009  
Punteggio Lettori 89
Di guerra s’impara il respiro sospeso
al rumore che squarcia il sereno
e il ghiaccio che invade le vene
allo schianto di bombe che
intelligenti non sono mentre
il cuore batte impazzito e
a volte si arresta, per puro terrore.*
S’impara la bestemmia dei figli
[meglio sarebbe disperdere il seme]
e dei vecchi impediti alla fuga;
il tormento di fame di sete di freddo
del sangue che inzuppa le vesti
del dolore pozzo oscuro e profondo
di grida che maledicono il cielo
di corse folli per essere in tempo.
Di guerra s’impara il lezzo di morte
le piccole mani e gli occhi sgranati
muti per sempre, sordi a ogni gioco
a ogni ruvida carezza di sole.
S’impara il lutto che annera i pensieri
il nutrimento feroce dell’odio
la memoria cruda di quel
che è stato [e non doveva essere].
Di guerra si disimpara il perdono
[e letto di spine è perfino il riposo]
il rosario delle opere e giorni
ammantati di quieta fatica
la ricerca di pace
di una terra e di un’acqua
da (con)dividere e amare.

*Anche in case non bombardate si sono trovati bambini morti. Erano morti d'infarto

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi