Maldola Rigacci
E SCRIVO SCORRIBANDE INVOLONTARIE

Vedi
Titolo E SCRIVO SCORRIBANDE INVOLONTARIE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Pubblicata il 03/10/2009
Visite 3486
Punteggio Lettori 60

 

Sei lungo il viale e sei dentro casa

mi hai detto sai ho qualche vita stretta alla tua

e scrivo scorribande involontarie

 

e io

sono

soltanto sono

come tesa giace la pelle

pelle d'infanzia mi vedo

 

fatti albero

avvolgiti

se esisti

a dorare questa morte in cantilena

antica burrasca

perfetta fra due gote appena

 

soltanto sono

tu

insenatura oltremarina

dove sfoci come l'abitassi

 

sono che solo dicendomi

al ventre ansante

ti scolpisco di blù e oriente

e il tuo nome che grido

ridendo del nome

del mio nome

annullato alla terra intrisa

che sgorga come mare

quando mormorano nostre

le voci negli inguini

 

sono amore

dove arriviamo ad un senso fulvo

sono

e di zagaglia non sono più

e nessuna carne è corpo altro

che di letto e parola

apri balcone scarlatto

a coprirmi radiale e benedetta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi