Maldola Rigacci
Nojoud

Vedi
Titolo Nojoud
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Sociale      
Pubblicata il 31/10/2009
Visite 3028

Nojoud , yemenita,è stata costretta a sposarsi a 9 anni, il marito per due
mesi le ha fatto subire violenze. Noyoud, completamente da sola, è andata in
tribunale e ha ottenuto il divorzio, infrangendo un tabù secolare. Si parla
di 60 milioni di spose minorenni nel mondo. La storia di Nojoud inizia in un
villaggio di cinque case, senza acqua, elettricità...


Nojoud
mi cantavano
non sapevo cantare.


San'a è una donna ocra
che balla lontana
la mia esistenza campi a nord a sud
frasi a seccarsi sui muri
muri che non trattengono riflessi.
Dal bicchiere della sete
tutto azzurro e fresco
a forma di sudore

che mi traveste il mare.


Nojoud
donne bambine
nere sillabe dell'asia minore.
Un momento fa ero carne benedetta
nove la somma di tutti i miei giorni

un mezzo giro di veste

appena.
Poi solo morte che accudisce
corpo oscurità
buona per i pozzi e i desideri.


Nojoud
chiedetemi il sapore della sua bocca
quando colpisce e dorme
cos'è il delirio quale il prezzo
di bambina
che conosce il sangue di
donna
dove scorrono sacre città e costellazioni.
Mi sono presa in spalla
un quarto di luce un secchio d'acqua
ho seguito la forma del rovo

e le montagne si sono alzate
a guardarmi
a San'a

mi cantano
so cantare.
 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi