Maldola Rigacci
COME CIBO DALLE TUE MANI

Vedi
Titolo COME CIBO DALLE TUE MANI
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Pubblicata il 02/10/2012
Visite 2286

 Dammi parole

a raggrumarsi

come di pesci in banco a riva.

Per dire il mare alla terra,

per lasciare a filo d'onda

traccia d'una rotta stellata

non di effimero ordita

in carte masticate d'acqua buia.

Dimmi parole

come piena di nubi

dove tutto può il vento a cantare.

Tu

hai tutti i nomi della luna,

dimmi, amico,ne hai almeno uno

per il viaggio?

 

Una parola come giorno alto,

come sorgere e mai tramontare,

Dammi parole

che cantino i quattro angoli

abitati dalle belve

abitati dalle tortore,

il verbo che alza a oriente,

disegna l'equatore,

la parola randagia

di tutta una vita cantata di sole ore.

Dammi

dal tuo rosso

una voce,

cibo preso dalle tue mani.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi