Maldola Rigacci
BARBARI MARI

Vedi
Titolo BARBARI MARI
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia      
Pubblicata il 08/01/2013
Visite 2325

I miei mari sono barbari dietro vetri ben lustrati,
alghe strane, non so che spiagge e slanci crudeli di correnti.
I miei mari respirano l'affanno dei deserti, barbari deserti.
Tu non sai con che canto li porto dentro ,
se non li nomino, perdona, non hanno nome,
nè barche, nè approdi, nè ponti e nemmeno isole.
Però hanno età felice, e io ci farò l'amore,
amore barbaro e libero di creature avvinte e amanti.
Ho perso montagne, ho visto morire fiumi e piante d'oro e viola,
ho visto assopire respiri su improbabili dolcezze di vita,
ma i miei barbari mari sono orgasmi da rendermi ragazza
e volare paesi dove vivere e morire.
 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi