Riccardo Boglione
RISCRIVENDO L’ILLEGGIBILE

Titolo RISCRIVENDO L’ILLEGGIBILE
Autore Riccardo Boglione
Genere Saggistica      
Pubblicata il 22/01/2013
Visite 6133
Editore Liberodiscrivere® edizioni
Collana Spazioautori  N.  5
ISBN 9788873883562
Pagine 48
Prezzo Libro 5,00 € PayPal

Nel periodo compreso fra il 1960 e la metà degli anni ’70, appaiono, nell’ambito della poesia visuale, una serie di scritture “cancellate”,  negate all’ordinaria fruizione.

I testi vengono aggrediti: cancellati parzialmente, tagliuzzati e re-incollati, sovrapposti ad altri testi. Svaniscono i contorni, le lettere sono schermate con altre lettere o barrature, graffi, abrasioni.

Bisogna però attendere la fine degli anni ’60 perché un’opera capitale per la scrittura visuale quale il Coup de Dés di Mallarmé (1897) venga direttamente rimessa in gioco.

E’ nel 1969, infatti, che escono due rifacimenti del capolavoro mallarmeano, assai simili nel concetto e nel “metodo” d’attuazione, per mano di due autori che in quel momento vivono in diversi continenti, senza apparenti contatti: A metrica n’aboolira di Mario Diacono e Un Coup de Dés Jamais N'Abolira Le Hasard. Image dell’artista concettuale belga Marcel Broodthaers.

Il saggio di Riccardo Boglione analizza questi due lavori nei quali il Coup de Dès viene ridotto alla sua struttura,  evidenziandone nel contempo le componenti ritmiche e simboliche, e segue la fortuna delle “riscritture” cancellate del poema mallarmeano sino alle prove recenti (2008) di Michael Maranda e di Michalis Pichler.

Nel periodo compreso fra il 1960 e la metà degli anni ’70, appaiono, nell’ambito della poesia visuale, una serie di scritture “cancellate”,  negate all’ordinaria fruizione.

I testi vengono aggrediti: cancellati parzialmente, tagliuzzati e re-incollati, sovrapposti ad altri testi. Svaniscono i contorni, le lettere sono schermate con altre lettere o barrature, graffi, abrasioni.

Bisogna però attendere la fine degli anni ’60 perché un’opera capitale per la scrittura visuale quale il Coup de Dés di Mallarmé (1897) venga direttamente rimessa in gioco.

E’ nel 1969, infatti, che escono due rifacimenti del capolavoro mallarmeano, assai simili nel concetto e nel “metodo” d’attuazione, per mano di due autori che in quel momento vivono in diversi continenti, senza apparenti contatti: A metrica n’aboolira di Mario Diacono e Un Coup de Dés Jamais N'Abolira Le Hasard. Image dell’artista concettuale belga Marcel Broodthaers.

Il saggio di Riccardo Boglione analizza questi due lavori nei quali il Coup de Dès viene ridotto alla sua struttura,  evidenziandone nel contempo le componenti ritmiche e simboliche, e segue la fortuna delle “riscritture” cancellate del poema mallarmeano sino alle prove recenti (2008) di Michael Maranda e di Michalis Pichler.

Nel periodo compreso fra il 1960 e la metà degli anni ’70, appaiono, nell’ambito della poesia visuale, una serie di scritture “cancellate”,  negate all’ordinaria fruizione.

I testi vengono aggrediti: cancellati parzialmente, tagliuzzati e re-incollati, sovrapposti ad altri testi. Svaniscono i contorni, le lettere sono schermate con altre lettere o barrature, graffi, abrasioni.

Bisogna però attendere la fine degli anni ’60 perché un’opera capitale per la scrittura visuale quale ilCoup de Dés di Mallarmé (1897) venga direttamente rimessa in gioco.

E’ nel 1969, infatti, che escono due rifacimenti del capolavoro mallarmeano, assai simili nel concetto e nel “metodo” d’attuazione, per mano di due autori che in quel momento vivono in diversi continenti, senza apparenti contatti: A metrica n’aboolira di Mario Diacono e Un Coup de Dés Jamais N'Abolira Le Hasard. Image dell’artista concettuale belga Marcel Broodthaers.

Il saggio di Riccardo Boglione analizza questi due lavori nei quali il Coup de Dès viene ridotto alla sua struttura,  evidenziandone nel contempo le componenti ritmiche e simboliche, e segue la fortuna delle “riscritture” cancellate del poema mallarmeano sino alle prove recenti (2008) di Michael Maranda e di Michalis Pichler.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi