Maldola Rigacci
A ME LO ZENIT

Vedi
Titolo A ME LO ZENIT
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Pubblicata il 13/09/2013
Visite 1961

 Sei  riposo
di un bimbo chinato,
materia leggera,

che s'interroga a sorriso.
Sei memoria
a cantare infinito.


A te 
l'oriente
su questa mia attesa d'autunno
cantata al lampo dei mesi.


A me 

lo zenit sul senso amputato,
l'asfalto crepato

da monsoni inutili. 


Sei...


sono il tuo passo lento
che s'avvicina col dizionario del mondo.

 

Sono...dove...


dove ha inizio il senso come amore,
intaglio nuovo
d'una foglia piccola


nuda
al peso immobile di grandi alberi.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi