Maldola Rigacci
CUPOLE A FRUSCIARE COME BALLERINE

Vedi
Titolo CUPOLE A FRUSCIARE COME BALLERINE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Sociale      
Pubblicata il 10/10/2013
Visite 2408

 Sotto i tigli,sulle panchine un po' scrostate
nell'asfalto rotto delle strade,
le cupole vicine
alte sui tetti a frusciare come ballerine,
ci sediamo con qualche sigaretta da cullare,
ritagliati nei nostri sensi ad aspettare
aspettare fiori che ci esplodano nei cuori
e di forme inconcluse tutti siamo poeti,

 

portando sogni nell'onda dei nostri giorni.


Talvolta montiamo le nostre bancarelle
pensando di vendere l'odore del mare
e slacciarci i corpetti di una vita
dove stretto entra l'universo.
Ci sediamo con qualche sigaretta da cullare
e aspettiamo angeli a cantare. 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi