M. Gisella Catuogno
Il tremore del mare al mattino

Titolo Il tremore del mare al mattino
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 09/01/2014
Visite 2130

 Ho solo quest’ansia ormai

che m’accompagna sempre

e l’attesa di non so che

a ricamarmi le ore.

Dov’è la saggezza

che credevo di casa

in una signora matura?

Pensavo che il tempo

componesse le tessere

del puzzle, che offrisse

serenità o rassegnazione:

che conducesse per mano

alle sorgenti, seppure minuscole

e stillanti a fatica

della verità.

Niente di questo. Mi sorprendo

talvolta a scordarmi l’età

a solidarizzare d’istinto

-quando le incontro per via

con l’allegra confusione

che trapela dai gesti-

con ragazze o con giovani donne

come fossi anch’io una di loro

e già non fossero fiorite per me

le primavere che a ragione attendono.

Perché  corpo mente e cuore non si sincronizzano?

Sì da evitare slanci incongrui pericolosi e fuori luogo?

Forse sarebbe opportuna una dimora di vetro

e osservare, senza troppe emozioni,

la vita che scorre là fuori

bearsi del regalo di un’alba

e del tremore del mare al mattino.

MGC 9 gennaio 2014

 

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi