Ida Acerbo
Ti aspetto

Vedi
Titolo Ti aspetto
Autore Ida Acerbo
Genere Poesia      
Pubblicata il 15/07/2014
Visite 1493

 Dolci notti

sature di brividi

e piacere senza

nome. Luce di

 

sole abbagliante

in meriggio radioso.

Mi guardo intorno

e il dolore opaco

 

di un giorno senza

te brucia la carne

come spada di

fuoco. Ho paura

 

del buio perchè

porterà  i ricordi

a rendere più

greve questo

 

silenzio che

lancette di

orologio ignaro

frantumano

 

in montonia di

secondi da quando

mi hai abbandonato.

La porta si apre.

 

E’ il vento che

mi sussurra di

chiudere i battenti

anche se ancora

 

e sempre ti aspetto.

 

 

 

 

  • Una porta che prima o poi tocca a tutti di dover chiudere ... ma ci sono molte altre porte sconosciute che attendono solo di essere spalancate per fare entrare aria nuova, aria sana che ristora e rigenera. Buona serata, Ida ed un bacione.
    Lela (15/07/2014 22:23:53)

  • Un antico adagio popolare suggerisce di non preoccuparsi ... al posto della vecchia porta sta già spalancandosi un portone. Un caro saluto.
    Voto attribuito: 10
    Pellegrina (16/07/2014 06:35:15)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi