M. Gisella Catuogno
A babbo ad memoriam

Vedi
Titolo A babbo ad memoriam
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 26/03/2015
Visite 1392

 

Sono dodici, babbo mio

dodici come gli apostoli, i mesi

e le costellazioni.

Ognuno ha lasciato

il segno d’un artiglio

una cicatrice visibile

e profonda.

Ho dovuto imparare

a non vedere più

i tuoi occhi verdi

le tue mani forti e laboriose;

a non sentirti parlare

brontolare o ridere;

a non spiarti

mentre guardavi per ore

il tuo mare, seduto sulla sedia

alla rovescia:

lo sguardo  perso all’orizzonte

la nuvola di fumo

dalla sigaretta accesa.

I primi tempi

era la fisicità a mancare

poi il suono della voce

il rumore dei passi

la tua ansia di vita

la paura di non essere

all’altezza

del gran passo

che sentivi vicino.

Ho dovuto imparare

a inghiottire il pianto

ogni volta che il pensiero di te

mi fendeva

come fa all’aria

il volo d’un gabbiano.

E a farmi bastare

soltanto la compagnia

della tua assenza

come un’ombra

struggente e protettiva.

 

 

  • Meravigliosa, Gisella, il tuo babbo la leggerà.
    Voto attribuito: 10
    Vera Bianchini (27/03/2015 02:00:52)

  • Una poesia bella e struggente in cui le parole sono ingolate dalle lacrime. Bellissime e intense le immagini, particolarmente densa di significato quella del gabbiano il cui volo oltrepassa la linea curva dell´orizzonte. Ma credimi, Gisella, ti resta pur sempre accanto , seppure invisibile, la sua presenza consolatrice. Un caro saluto.
    Voto attribuito: 10
    Pellegrina (27/03/2015 06:53:00)

  • Grazie, Vera e Pellegrina:-) un abbraccio forte ad entrambe.
    M. Gisella Catuogno (27/03/2015 15:42:07)

  • in pochi tratti hai raffigurato la personalità forte e ad un tempo tenera di un uomo di cui si avverte il fascino e che non si può fare a meno di amare: i tuoi versi densi di amore e di nostalgia lo rendono vivo nel ricordo - Voto attribuito: 10 - un caro saluto - silvana
    onedreamer2012 (28/03/2015 00:51:07)

  • Grazie, Silvana, del bel commento e dei saluti, che ricambio di cuore:-)
    M. Gisella Catuogno (01/04/2015 21:36:52)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi