Maldola Rigacci
SALE PER IL MIO PANE

Vedi
Titolo SALE PER IL MIO PANE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Pubblicata il 03/05/2016
Visite 1391

T'amerei fossi una parola
che scorre chiara fra una fine e un inizio,
t'amerei fossi un gesto semplice che accoglie
T'amerei senza nome nè razza nè credo
nudo di tutto e di te stesso in abbandono.
T'amerei fossi solo un sorriso di alte piante
e anche un vento leggero al volteggio.
T'amerei fossi la terra dove mi muoio
una tortora bianca senza sillabe di fuoco
un fiume lento che non curva alla danza dell'airone.
Come una casa profonda e quieta
o un pugno di sale per il mio pane t'amerei. 

  • Le immagini sono intensamente liriche e catturano l’animo con la loro bellezza come quella del fiume lento o quella ieratica del sorriso di alte piante. Un abbraccio.
    Pellegrina (08/05/2016 14:36:37)

  • alle volte vorrei non dover capire se il vuoto è solo un’anticipazione del “non so” o una possibilità di un inizio...ecco attraversando le tue parole il rombo delle motociclette perde il fascino e l’invocazione, percorso contrario ai silenzi, chiama la follia “danza”.
    oltre i limiti2 (10/05/2016 17:32:02)

  • La danza è follia. Il vuoto è il gioco del 15 caro oltre i limiti2. Grazie a te e Pellegrina
    Maldola Rigacci (11/05/2016 17:01:17)

  • il vorrei è cosa che ci esclude automaticamente. meccanismo inverso al desiderio, soprattutto se detto. Ci sono e mi piace. ma toglierei l’apostrofo e userei il pronome intero. ciao!
    Giannina Zorzin (nannarella) (11/05/2016 20:48:26)

  • la danza non è follia, per dirla con la figlia di Giannina è più che altro matematica e un po di geometria, mentre la Follia è danza, è un tema musicale del 1500 (molto bella la versione di Corelli), mentre non conosco il gioco del 15, e non saprei cosa reclami del Vuoto, che, invece, a stare nella quantistica, è la capacita di oscillazione che obbliga le molecole a non stare ferme... a questo punto forse è spiegato il mistero del mio commento e del fatto che la poesia obblighi al movimento e a nuovi inizi (e qui un po centra anche la motocicletta)... forse è tutta colpa del lavoro che sto finendo in questo periodo, che cerca approdo nella quantistica, ma perla complicità del vuoto a ogni batter d’ala devo chiedermi: dove sono? ciao e grazie per le poesie
    oltre i limiti2 (11/05/2016 21:13:29)

  • Esatto nannarella, io escludo, titubo. C’è il desiderio ma... In quanto al gioco del 15,ti ricordi il cubo colorato con cui si giocava agli incastri? oltre i limiti2 non mi parlare di quantistica please. Grazie a tutti
    Maldola Rigacci (12/05/2016 10:10:42)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi