M. Gisella Catuogno
Quattro

Titolo Quattro
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 12/06/2016
Visite 1718

Mamma, sono quattro, proprio oggi:

come i punti cardinali

le stagioni

i venti principali.

Sono quattro

e il tempo ci divide.

Ma, lo sai, non è trascorsa ora

o giorno

in cui il mio pensiero

non sia salito a te

come un omaggio, un’offerta, un dono

per quello che sei stata:

dolce e riservata

la cura degli altri

prima di te stessa

l’ultimo dolente tratto

del cammino

che non ti meritavi.

E le immagini di te

sono scolpite a fuoco

nella mente

come i fotogrammi

nella pellicola d’un film:

china sul cucito

o su un romanzo;

sul lungomare, in bici

col vento tra i capelli;

a scrivere lettere a babbo, sulla nave;

a parlarci di lui, della sua assenza.;

a prepararti con festa al suo ritorno.

Mi manchi tanto, mamma:

per questo indosso sempre i tuoi foulard

mi abbraccio con la tua collana

tengo come un amuleto il tuo rosario

 

 

 

 

  • Parole dolci e lievi... come un battito d´ali... sullo sfondo campeggia, ” col vento tra i capelli”, come fosse scolpita a fuoco, l’immagine della madre, una figura tenera e delicata che resta a lungo impressa nella memoria...molto bella. Un abbraccio.
    Voto attribuito: 5
    Pellegrina (15/06/2016 07:09:46)

  • Grazie dell’apprezzamento, cara Pellegrina, un abbraccio Gisella
    M. Gisella Catuogno (19/06/2016 19:27:52)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi