Maldola Rigacci
DI SOLITUDINI E DI ANTICHI SMALTI

Vedi
Titolo DI SOLITUDINI E DI ANTICHI SMALTI
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Introspettiva      
Pubblicata il 21/08/2016
Visite 1222

Cosa vuoi?
Vita senza solitudine?
Un'onda solitaria ci ha portati
Dentro casa e senza valigie
Con parole che ci origliano sempre misteriose.
Perché un solo seno s'è aperto con un grido.
Una corrente errante ci ha portati sulla schiena
e appena in prestito.

Ogni notte ci dorme un'eco solitaria
Oscuri si accucciano gli specchi
Senza risposte s' addormenta l'indovino.

Cosa vuoi d'amore?
Già a dirlo non sai che sia
Un odore di stella sui tetti
La fretta di un abbaglio
Che si accordi ai fianchi
Alla bocca
Che danza su un filo
E non può cadere?
Sorprenditi del blu o del rosso
Dei colori d'antichi smalti
D'una tessitura densa
Della passeggiata concessa
fino a sera.

  • ti leggo spessissimo, questa poesia mi piace particolarmente, specialmente la parte finale. Me la faccio un po mia. Ciao
    Voto attribuito: 5
    pampasit (20/09/2016 13:52:55)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi