M. Gisella Catuogno
Come il mare

Titolo Come il mare
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 13/09/2016
Visite 1149

Gli scogli eternamente fermi

il mare eternamente mobile:

in tale mobilità inquieta

m’immergo e riconosco;

così in qell’azzurro striato

di bianco e di verde

che s’allunga e contrae

ed accoglie le barche in superficie:

le vele oblique all’orizzonte

i pescatori chini sui remi

con la lampàra che scruta il fondale.

Come tutti i pescatori fanno

-  il viso solcato da rughe di sole

lo sgurdo perso altrove – :

anche mio padre

che dal mare non stava mai lontano

se non per sognarlo

o pensarlo con intensità.

MGC/settembre 2016

 

 

 

 

 

 

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi