M. Gisella Catuogno
Ottobre

Titolo Ottobre
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 08/10/2016
Visite 925

E’ il lungomare d’infanzia

bagnato dal mare di scirocco

e una bambina con la cartella in mano

che vede avvicinarsi  l’Aethalia all’orizzonte

e le sembra una meraviglia bianca

da riempirsene gli occhi prima della scuola;

ottobre è il profumo del vino nuovo

che bolliva nelle damigiane

fino al nuovo travaso di novembre

e raccontava di vendemmie allegre

coi genitori giovani

i nonni ancora in gamba

e noi bambini che si pigiava l’uva

dentro ai tini, a gara, a chi

più ci stava e si tingeva  di rosso piedi e gambe:;

ottobre è la pergola di vite americana

al Cavo,  a ombreggiare il pozzetto

e il suo incanto di gialli, di rossi, d’aranciati

che mi pareva una sintonia perfetta;

ottobre è il richiamo di babbo dal mare verso sera

con la sua guzzetta dondolante al moletto

che portava  il secchietto con i suoi tesori

e mamma che scaldava l’olio nella padella nera.

Ottobre è una nostalgia sottile che s’ingrossa

come una valanga e inumidisce gli occhi

ora che è tutto diverso

che quegli adulti non ci sono più

e quei bambini sono diventati nonni.

 

 

 

 

 

  • Che nostalgia mi hai fatto venire, una vera saudade di quelli Ottobri. ciao.
    Santos Morena (14/10/2016 10:16:08)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi