Edda Liviero
Genova sei un’emozione

Titolo Genova sei un’emozione
Autore Edda Liviero
Genere Poesia      
Pubblicata il 30/01/2018
Visite 418
Editore Liberodiscrivere® edizioni
Collana Spazioautori  N.  3696
ISBN 9788893391030
Pagine 100
Prezzo Libro 10,00 € PayPal
Edda Liviero con il suo personale modo di scrivere ci accompagna in quel meraviglioso mondo dei sentimenti.
C’è uno stile fatto di pennellate, intuizioni, in cui la pittrice si fa poetessa e scrittrice, porgendo un messaggio che attinge alla sua stessa sensibilità.
Con la sua poesia, Edda Liviero ci accompagna in uno stupendo viaggio d’amore e di pensiero, traboccante di mirabili sensazioni, sfumature, di quel meraviglioso (quid) che crea la vera poesia interiore; tanto da comunicare al lettore, gli attimi del sincero fantasticare attraverso la sua personale immediatezza romantica, vibrante, una soffusa coralità.
Alina Ferni
 
…dei monti…
Ti guardo specchiarti
sul mare e brilli al sole.
Sei un’emozione per me,
all’improvviso viene
…la sera…
tutto scolora e colora,
le luci tremanti sul mare
ti fanno da corona.
Io sento in cuore
la poesia… ti guardo
e mi perdo con te.
 
 
 
 
Mi ricordo, notti di luna piena.
Il vento… Sì, lo sento.
 
Nel rivederti ritrovo i miei giorni,
tutti i miei sogni… Sì, vorrei ancora
il mio angolo di cielo, voglio
il prato mio fiorito.
Vorrei riavere il sogno mio non finito.
 
Voci gridano nel cuore
ancora come allora soffia il vento e
lentamente tramonta il sole.
 
Io ti ricordo… Ti ricordo.
Lontano, lento si perde il suono
di una campana.
Piango e non so perché.
Sì! Tutto ricordo.
Nel rivederti, trovo i miei giorni!
Tutti i sogni… Tutto ricordo.
 
Ora sono nel sentiero dei sogni,
nei miei felici giorni.
Cammino su petali di rose,
le spine non le sento più.
 
Cammino ora in queste strade,
mai scordate.
 
 
 
 
nella tua onda di schiuma
bianca lucente, mare bello, al sole
sei splendente.
In te si specchia il cielo,
si perde il mio pensiero.
Onda leggera mi porti dolce il tuo fruscio.
Musica sei per il mio cuore,
mare io resto incantata a guardare,
ascoltare, sognare ieri.
Nel sogno ogni dolore
fai scordare, mio mare, amico sei
amico solo tu.
Sì!… Sei un’onda dove si perde
ancora il mio cuore.
Ti guardo mare:
i flutti avanti indietro vanno
portando tutto con sé.
Pensieri miei come l’onda siete,
avanti, indietro andate
e sempre a me ritornate.
Siete come il cupo ripetersi del gorgoglio
dell’acqua tra gli scogli,
sognando il mare aperto lucente al sole
senza l’ombra triste del dolore.
Cuore mio sei come il mare cupo nella tempesta,
lucente calmo al sole nella gioia dell’amore, mio mare.
 
 
 
 
tu mi sembri
senza cuore,
strade scoscese.
Mistero dolore avventura.
Ma!… fuori c’è il sole.
Il sole che acceca
accende il tuo mare.
Il vento scompiglia
e confonde i pensieri.
Strana città mi sei
nel cuore.
 
 
 
 
con i tuoi vicoli
…oscuri…
dal sapore di casbah
colorata anche
nel buio…
bella ora che ti
si vede nuova verso
il sole…
nello splendore
del tuo mare
nuova… ma sempre
con il tuo fascino
…misterioso…
misterioso, antico
che mai si perde
nel …tempo…
con il tuo vento,
di oggi …di …ieri …sì!
tu resti bella,
nei …miei pensieri…
 
 
 
oggi il glicine è in fiore.
Quanti ricordi…
ricordi d’amore.
Lontano il mare brilla al sole.
Acceca il suo splendore.
Ogni passo un fiore.
Un pensiero d’amore.
Tanto tempo è passato.
Cammino felice
mi stringeva la tua mano.
Sì!… il glicine è tutto in fiore.
Oggi ha il colore dolce
del sogno.
Il colore del ritorno.
Il colore del ricordo.
Senza lacrime con un sorriso
mi riporta al lontano
mio paradiso.
Piano… piano io scendo.
Scendo… piano.
 
 
 
 
e, viola del pensiero ci sei anche tu!…
Splendente primavera, splendente sole,
cosa sei per me?
Oggi risplende tutto in questa città!
Il blu del mare, l’azzurro del cielo.
Risplende il bianco di una vela…
Un transatlantico che lontano se ne va…
Sei splendida bella città,
con il tuo mare, con i tuoi colori,
scintillante con i tuoi mille fiori.
In un vaso, ci sei anche tu, piccola viola
del pensiero mio lontano…
Tu ti riscaldi al sole,
ma oggi il sole non riscalda me…
Viola del pensiero mio, oggi,
in questa bella città ci sono solo io,
sola senza te!.
Dolce è la sera, luci colorate
danzano nell’acqua,
dolce sera mi riporti a ore lontane, passate.
La luna in cielo, la brezza marina,
una musica lontana riporta ricordi struggenti
che oggi arrivano al cuore senza dolore.
Musica, mare il sogno fai ritornare.
Cancelli tutte le lacrime amare.
Resto con le tue luci danzanti sul mare
a ricordare.
 
 
 
Mi ritrovo tra foglie
mosse dal vento che…
ancora mormorano le parole
di un tempo… Parlano d’amore.
Uno sguardo, mi perdo, ascolto…
Sono le voci dei ricordi.
Rivedo la rossa macchia di quei fiori,
risento il profumo che inebriava
i nostri cuori; i nostri sensi d’amore.
Sono voci lontane che accompagnano
nei sogni che non finiranno mai.
Chiudo gli occhi e resto ascoltare
il dolce sciacquio del mare…
L’onda batte sulla roccia,
batte sul mio cuore.
Fiori rossi, gialli, blu,
mi riportano in quel mondo
che non c’è più.
 
 
 
 
piegati verso il mare.
Penso alla luce che sapeva accecare,
persa in quei sogni che non finivano all’alba.
Al profumo fragrante,
all’ombra fresca…
A quell’abbraccio che
aveva stregato.
Penso a te e guardo il mare.
Il bianco di una vela.
Rivedo il sorriso nei tuoi occhi,
la stretta della tua mano.
È passato il tempo…
Non ho scordato.
Questo paesaggio all’improvviso
a te mi ha riportato.
Come ci siamo persi?
Non ricordo più
ma oggi guardando il mare
ricordo che l’amore eri tu!
Edda Liviero con il suo personale modo di scrivere ci accompagna in quel meraviglioso mondo dei sentimenti.
C’è uno stile fatto di pennellate, intuizioni, in cui la pittrice si fa poetessa e scrittrice, porgendo un messaggio che attinge alla sua stessa sensibilità.
Con la sua poesia, Edda Liviero ci accompagna in uno stupendo viaggio d’amore e di pensiero, traboccante di mirabili sensazioni, sfumature, di quel meraviglioso (quid) che crea la vera poesia interiore; tanto da comunicare al lettore, gli attimi del sincero fantasticare attraverso la sua personale immediatezza romantica, vibrante, una soffusa coralità.
Alina Ferni

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi