Nicolina Carnuccio
’a mortta (favoletta)

Vedi
Titolo ’a mortta (favoletta)
Autore Nicolina Carnuccio
Genere Poesia - Dialettale      
Pubblicata il 11/05/2018
Visite 258

stanotta

nsonnu

vitta ahra gnura

cu hra farcìgghja

e hra vesta nigra

e spanticài,

ti spagn' 'e  mìa

ni dissa,

'on ti spagnara

ca quandu nci si' ttu

eu 'on nci sugnu

e qquandu nci sugn'eu

'on nci si' ttu,

allura

s' è  ccomu dici tu

nci dissa eu

veni quandu ti cala

e bbeni 'e notta

e ccògghjami nto sonnu

c'  "  'a mègghju mortta

esta  'a subitània ".

 

stanotte nel sonno ho visto la signora con la falce e la veste nera e mi sono spaventata.hai paura di me,mi ha detto,non avere paura chè quando ci sei tu io non ci sono e quando ci sono io non ci sei tu.  allora,se è come dici tu,le ho detto io,vieni quando vuoi e vieni di notte e coglimi nel sonno   chè la migliore morte è la subitanea.  

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi