Maldola Rigacci
DI RUGHE E VENE AZZURRE

Vedi
Titolo DI RUGHE E VENE AZZURRE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia      
Pubblicata il 30/06/2018
Visite 75

Mostrò rughe e le vene azzurre che correvano senza foce,
cicatrici dentro e fuori,
la sua vita raccontata come tutti,
gioie e dolori.
Gli offrì la parola che lui diceva di cercare,
malandata un pò, ma bella bella.
Offrì il suo mare scontroso,ma
buono ancora per la pesca,
i rami sbattuti dal vento
con qualche foglia tenace.
I suoi strappi di vestiti usati 
e le veglie con qualche sogno ancora.
Ma lui sbriciolò tutto
,ogni muro di speranza,
alla lontananza affidò notti solitarie
e lei riprese
la sua disabitudine all'amore, quello dolce e cortese.
Divenne fredda, per sempre interrotta,
fredda e usurata
la parola bella
ormai mancata.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi