M. Gisella Catuogno
Isola mia

Vedi
Titolo Isola mia
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 20/09/2018
Visite 127

Isola mia

 

Isola mia, terra natale di ferro e di sale

che hai per padroni il mare ed il vento

– perché, a seconda del loro capriccio,

sei gemma splendente d’azzurro

o nave nel tormento dei flutti –

a te rivolgo il mio commosso omaggio

ogni volta che guardo i tuoi dolci paesaggi:

le riviere di scoglio in cui l’acqua s’insinua

gorgogliando la sua eterna canzone,

i lidi sereni che lambiscono i golfi,

gli ariosi orizzonti,  dai quali le sorelle

minori ti porgono il loro saluto,

i pendii profumati d’elicriso e ginestre,

i paesi che s’aggrappano ai colli

e quelli che scelgono il respiro del mare vicino.

 

Ti hanno cercato da sempre, isola mia,

i giramondo nel loro vagare,

hai attratto anche troppo le genti

nel succedersi lento dei giorni:

ti hanno scavata, sfruttata, violata

per i tesori che nascondi nel grembo

e poi, per far propri i tuoi luoghi più belli.

Ma tu appartieni a chi ti rispetta

e comprende la scontrosa fierezza

di certi tuoi tratti;

a chi sa che sei croce e delizia

come tutti gli amori più grandi

che non si comprano o vendono

ma restano cuciti per sempre

nei recessi segreti del cuore.

 

 

 


Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi