M. Gisella Catuogno
Confinamento

Vedi
Titolo Confinamento
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 21/04/2020
Visite 292

Il mattino non porta rose

né tenerezza d’erba nuova:

lo spazio è una conchiglia

dove echeggia la voce del mare

ma uscirne è labirinto vano.

Sopravvive l’eco dei sogni

affollati come mai prima

di gente, rumori, voci bambine

ma l’impressione velocemente

sfuma come l’umidità sui petali

alla prima carezza della luce.

Il silenzio fuori

non ha nessuna

gradita intonazione

perché è costretto

dalla necessità.

Il tempo che comunque scorre

è quasi perso

deposto senza rimpianto

giorno dopo giorno

in attesa

d’un orizzonte nuovo

d’un fremito di vita

del chiasso dei piccini

di spiagge non più sole.

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi