Giancarlo Repetto
Oltre il velo del reale

Titolo Oltre il velo del reale
Autore Giancarlo Repetto
Genere Racconti Brevi      
Pubblicata il 28/04/2021
Visite 33
Editore Liberodiscrivere®
Collana Spazioautori  N.  3791
ISBN 9788893392457
Pagine 204
Prezzo Libro 15,00 € PayPal

Versione Ebook

ISBN EBook 9788893392464
Il volume raccoglie cento “romanzi” in miniatura o forse poesie in prosa, frutto di improvvise e inattese ispirazioni.
Le storie si trasformano in una riflessione intorno al caso e alla scelta nel tentativo di osservare gli interstizi dell’esistenza. 
L’autore non racconta soltanto, invoglia a pensare un mondo che sia raccontabile e susciti meraviglia da cogliere in un varco minuscolo. 
Il lettore si troverà di fronte a un disegno a carboncino, un cortometraggio o una canzone che come un lampo darà identità al personaggio o alla vicenda.

Introduzione

Ho iniziato a scrivere questi racconti nel marzo del 2020 durante il primo lockdown perché da quel momento ho cominciato a sentirmi all’interno di un’esistenza surreale e mi è venuto spontaneo immaginare delle storie che andassero oltre il velo del reale. Sono cento narrazioni talmente brevi che ciascuna si esaurisce nello spazio di una pagina, nelle quali i personaggi si muovono in spazi vaghi e situazioni enigmatiche. Una prosa essenziale, quasi lirica, che scolpisce le azioni e le emozioni di figure universali in uno stile nitido e chiaro.

Sopravvissuto

Ufficialmente sono morto a Vienna il 26 settembre 1996, in realtà da allora sono tornato a Bucarest dove sono nato sessantanove anni fa e ho vissuto la maggior parte della mia vita. Questa città è la mia seconda pelle, soltanto qua mi sento me stesso perché è qui che mi sono plasmato, è qui che il mio desiderio di onnipotenza ha trovato terreno fertile e si sarebbe realizzato se i fedelissimi di mio padre non ci avessero tradito, se tutti i leader dei paesi comunisti non avessero tradito l’idea. Il comunismo è la religione perfetta, la migliore per dominare masse di stupidi uomini che hanno paura di tutto, che non hanno il coraggio di assumersi la responsabilità del proprio destino e allora è giusto che siano degli schiavi. La paura diventa il loro mantra quotidiano e noi superuomini siamo i nuovi signori della vita e della morte. La mia giovinezza è stata divinamente goduta, ho assaporato il piacere sessuale con le più belle ragazze della Romania, e mi sono compiaciuto della gioia che dona il potere assoluto poiché ero il figlio prediletto degli dei a cui tutti dovevano sottomettersi. Gli storici hanno voluto infangare la nostra epoca. Di me hanno scritto che ero un alcolista e che la Comaneci era stata costretta a diventare la mia amante. Tutte balle! Era la propaganda di chi voleva screditare il regime. Nadia era pazza di me perché ero bello, ero libero, ero un genio della fisica come lei era la miglior ginnasta che sia mai esistita. Oggi sono un uomo stanco, un uomo deluso da questa finta democrazia che non ha il coraggio svelare il suo vero volto. Ci penso io a smascherare questi nuovi politici da seriale televisivo. Farò saltare in aria la casa del popolo, quella che un tempo era la mia casa e che ora è il parlamento, così a Bucarest tornerà la paura.

Il volume raccoglie cento “romanzi” in miniatura o forse poesie in prosa, frutto di improvvise e inattese ispirazioni.
Le storie si trasformano in una riflessione intorno al caso e alla scelta nel tentativo di osservare gli interstizi dell’esistenza. 
L’autore non racconta soltanto, invoglia a pensare un mondo che sia raccontabile e susciti meraviglia da cogliere in un varco minuscolo. 
Il lettore si troverà di fronte a un disegno a carboncino, un cortometraggio o una canzone che come un lampo darà identità al personaggio o alla vicenda.

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi