Sergio Mattarelli
NAVIGAZIONE A VISTA IN UN MARE DI SINISTRI

Vedi
Titolo NAVIGAZIONE A VISTA IN UN MARE DI SINISTRI
Autore Sergio Mattarelli
Genere Saggistica      
Pubblicata il 15/01/2003
Visite 5906
Scritta il 05/09/2003  
Punteggio Lettori 18
Editore Liberodiscrivere
Collana Spazioautori
ISBN 88-7388-037-1
Pagine 280
Prezzo Libro 35,00 € PayPal
PREFAZIONE del Dott. Bruno Dardani

Lo scrigno di un amico.

Quando Sergio Mattarelli mi ha fatto vedere in anteprima il suo manoscritto, mi sono tornati alla mente ricordi mai cancellati d’infanzia: libri di viaggio e di avventura, storie di capitani coraggiosi, tesori in isole deserte.

Mi è specialmente apparso chiaro davanti agli occhi quanti e quali tesori della fantasia albergassero in esperienze concrete, in vite vissute, e non fossero confinate nella pagine di romanzieri.

Quello che l’amico Sergio, mi aveva mostrato era un vero e proprio giornale di bordo, dalle pagine ingiallite al quale mancava solo una mappa del tesoro per essere calato in un libro di Salgari. Nel linguaggio scarno di chi unisce la cultura ingegneristica alla concretezza della gente di mare, scorrevano 45 anni di attività professionali, ma specialmente 45 anni di testimonianze su realtà, su mondi e su fenomeni che il nostro tessuto sociale tende sempre di più a confinare al di là delle Colonne d’Ercole del nostro comodo vivere quotidiano.

Da anni mi occupo per giornali e riviste, del settore marittimo e dello shipping, ma specialmente ho vissuto in una famiglia che di mare e sul mare si è alimentata. E sin da bambino mi sono stupito come gli “altri”, quelli al di fuori del club ristretto di armatori, assicuratori, agenti marittimi ecc. ecc, non provassero la stessa attrazione, non avvertissero lo stesso fascino per questo mondo come lo avvertivo io.

Leggendo le descrizioni secche, senza aggettivazioni ricercate, tracciate da Sergio, mi sono sentito una volta di più fortunato. Fortunato di poter intuire il vento che cambia, di respirare la salsedine quando torno da un viaggio oltre Appennino, fortunato di sognare ad occhi chiusi anche i mondi che non ho visto e di sapere che non tutto si esaurisce in una cravatta firmata, od in una vacanza alla moda.

E’ quindi con un doppio grazie a Sergio Mattarelli che concludo questa mia breve prefazione: grazie per avermi sempre considerato un amico superando, come spesso accade sul mare, le barriere generazionali.

Grazie per avermi consegnato per primo la chiave per aprire, anche agli altri, lo scrigno dei suoi ricordi.




































PREMESSA
Quarantacinque anni di navigazione a vista... si mi piace definirla così: perché 45 anni di attività professionale di consulente tecnico navale nel campo dei sinistri marittimi, equivalgono davvero ad una lunga interminabile navigazione a vista condotta spesso in grande solitudine, nella maggior parte dei casi nell’interesse degli assicuratori.
Molti utilizzerebbero l’aggettivo “strani” per definire porti e luoghi, spesso disabitati, a volte irraggiungibili con i normali mezzi di trasporto. Per me sono i tasselli di una collana di ricordi che si intreccia con le rotte commerciali e con quel caleidoscopio di destinazioni che fanno della navigazione marittima un pianeta tutt’oggi... affascinante.
In queste pagine, ho cercato, in un virtuale diario di bordo, di ricordare posti, porti coste dove la pratica professionale mi ha portato a fermarmi per un sinistro, un’avaria, un’impossibilità di manovra (incarichi professionali limitati a quelli di particolare importanza od anomali per difficoltà ambientali od altro).
Nella mia attività professionale, le circostanze ambientali non facilitano quasi mai un percorso lineare, anzi gli interessi coinvolti si incrociano con esigenze locali, specie per quanto riguarda il mantenimento dei carichi e delle merci a bordo, non ultimi i valori economici in gioco.
Spesso in questi labirinti ho dovuto navigare a vista, anche perché spesso era difficile, se non impossibile, contattare in tempi ragionevoli i miei “mandanti” e le decisioni, anche quelle difficili ed importanti sotto il profilo economico, dovevano essere assunte comunque in una solitudine non certo comoda. In questa mia navigazione a vista devo precisare che i miei mandanti assicuratori, specie stranieri, non mi hanno mai colpevolizzato, anche quando, a bocce ferme, superata l’emergenza, il mio operato avrebbe potuto essere a posteriori criticabile.
Ho voluto riprodurre qui la lettera della “The Salvage Association” di Londra (che negli anni mi ha affidato molti incarichi professionali), perché rappresenta per me un attestato e una prova di stima importante.
Oggi non ho più quell’età che mi aveva consentito, anche dal punto di vista fisico e nervoso, di affrontare le emergenze e le partenze improvvise immediatamente dopo il primo segnale del sinistro; mi piace rivivere i ricordi della mia carriera professionale, i coinvolgimenti emotivi, morali e materiali, ma anche le enormi soddisfazioni fonte di un appagamento (che forse non riuscirò a manifestare così come lo sento) per i successi conseguiti in imprese difficili. Mi piace rivivere anche le paure ed i timori di veri e propri rischi anche fisici, la stanchezza di giornate febbrili, notti insonni e stress; non posso oggi non provare rimorso e tristezza per aver anteposto il mio lavoro a qualsiasi altri interessi, inclusi quelli della vita con la mia famiglia.
In questo esercizio di memoria mi sono avvalso di registrazioni e note ancora esistenti nell’archivio del mio studio (sostanzialmente oggi condotto da due dei miei quattro figli che hanno scelto questo mestiere); i nomi, le date ed alcuni dettagli sono stati setacciati attraverso il filtro della mia memoria e dei miei ricordi.

Sergio Mattarelli




















Commenti dei Lettori
Commento della redazione

Dalla premessa emerge il ricordo <...mi piace rivivere i ricordi...> di una vita professionale gratificante.
Voto Attribuito: 4
Marco Polverelli (20/05/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi