Carlo Menzinger
Canto il corpo

Vedi
Titolo Canto il corpo
Autore Carlo Menzinger
Genere Poesia      
Dedicato a
Walt Withman
Pubblicata il 06/05/2003
Visite 5461
Punteggio Lettori 127
Note Le parti in inglese sono di Withman
''I sing the body electric
The love of the body of man or woman balks account,
The body itself balks account
That of the male is perfect,
And that of the female is perfect
(Walt Whitman)''
Il corpo dell’uomo è perfetto
E quello della donna è perfetto.
Voglio cantare la gloria del corpo dell’uomo
Voglio cantare la gloria del corpo della donna
Voglio cantare le chiome fluenti
Voglio cantare le calvizie incipienti
Voglio cantare il vibrare dei muscoli sotto la pelle
Voglio cantare l’esplosione dei brufoli sul viso
Il turgore dei seni
Il colpo di reni
Il colpo della strega
Il gonfiore di chi annega
La luce del sorriso
Il lavorio della carie
Il conato improvviso
Le allergie varie
L’energia del corpo in movimento
La bellezza del doppio mento
Il vigore dello starnuto
L’appassionato saluto
Con il fazzoletto usato
Il tonare della tosse
E della scorregia odorosa
Il corpo lucido di sudore
I calzini madidi di fetore.
Voglio cantare l’incedere stracco
Della barbona col suo sacco
Voglio cantare il parlare insensato
Della demente che con se stessa ha conversato.
Voglio cantare lo sguardo del suicida
Che attraversa cieco la strada
Voglio cantare l’allucinazione del drogato
Che muore d’overdose doppato
Voglio cantare il pasto del disoccupato
Seduto accanto al cassonetto appena svuotato
Voglio cantare il piegarsi ritmico
Dei rematori sotto la frusta
Il cavaliere caduto di sella
Ragazze madri massaie che fanno le loro faccende
Signore distinte che si fanno le nostre
Signori distinti che si fanno ragazze madri massaie
Il gruppo dei manovali seduto
E le loro mogli che aspettano
Mentre si ubriacano di noia
La donna che calma il bambino senza cibo
Il giovane che ruba una pannocchia di granturco
L’autista che travolge i passanti
Con la bell’auto sportiva
La lotta di due balordi nel vicolo,
macilenti,
armati di lame taglienti,
al tramonto
mentre le puttane stanno a guardare.
La marcia dei pompieri a Groundzero.
''The body itself balks account
That of the male is perfect,
And that of the female is perfect''

Firenze, 23.9.02
Commenti dei Lettori
Commento della redazione


Voto Attribuito: 4
francesco ghezzi (06/05/2003)

Caro collega (di banca e di penna), ti ringrazio per avermi ricordato l'importanza di accettare i molteplici aspetti della vita, quale punto di partenza per evolversi verso chissà dove.
Voto Attribuito: 5
mirabolano (06/05/2003)

Qui ti metti su peste pericolose Carlo. Il buon Walt scriveva benino. E questa gli era riuscita piuttosto bene. Hai cercato (mia inutile opinione) di ricatturarne l'energia. Che in quella poesia è particolarmente possente. Non riesco a rileggerla senza pensare a "Fame" dove, con la musica, si cercava di fare la stessa operazione. Ci sei riuscito piuttosto bene.
Voto Attribuito: 5
Alessandro Cinelli (06/05/2003)

...io Whitman lo lascerei riposare in pace...tu, evidentemente, no.
Voto Attribuito: 4
LU (06/05/2003)

Non hai proprio domenticato nulla.........manco uno spillo ci sta!.........un saluto
Voto Attribuito: 5
persia (06/05/2003)

...non male ...
Voto Attribuito: 4
daniela barbaro (06/05/2003)

mi piace quello che vuoi cantare
Voto Attribuito: 5
silvia molesini (07/05/2003)

Un po' troppo discorsiva in alcuni punti. ma scrivi molto, molto bene. Un bacio :*, Francesca
Voto Attribuito: 5
Lythtis (07/05/2003)

Condivido il giudizio sull'energia catturata: il testo è davvero interessante; trovo un poco bruschi, mi stupirei del contrario, i punti di contatto tra i versi in inglese e i tuoi.
Voto Attribuito: 5
Raffaello Di Mauro (07/05/2003)

Alla ricerca sempre di stupire, di coinvolgere, di essere sempre te stesso. Bravo. Ciao Ager
Voto Attribuito: 5
Aquila della notte (07/05/2003)

straordinario inno alla vita
Voto Attribuito: 5
Massimo Botturi (07/05/2003)

Eh sì caro Carlo, me gusta....:-) ciao salsedine
Voto Attribuito: 5
Salsedine (07/05/2003)

intrigante ricerca particolare. Sembre meglio della banalità.
Voto Attribuito: 5
Barbara Serdakowski (07/05/2003)

Ovviamente i versi di Whitman sono solo il punto di partenza. Mi distacco da essi e critico (prendendomene - rispettosamente - un po' gioco) la visione, a mio avviso, un po' troppo ottimistica dell'autore.
Carlo Menzinger (07/05/2003)

Originale e preziosa ri/visitazione ...:)
Voto Attribuito: 5
Adelaide Cantafio (08/05/2003)

peccato che conosco male l'inglese e' vero non hai dimenticatio proprio nulla,ps: il cassonetto l'ho svuotato io
Voto Attribuito: 5
Mauro Gregori (18/06/2003)

Certo che mantieni un’eleganza raffinata e peculiare nel poetare anche quando tessi le lodi della scorregia odorosa
Il corpo lucido di sudore
I calzini madidi di fetore.
Ciao Camomillo
Voto Attribuito: 5
Camomillo (20/10/2003)

L’inglese non lo capisco, ma per il resto sembra bella , bravo
Voto Attribuito: 4
Mauro Gregori (29/10/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi