Alessandra Palombo
Camera oscura: VoLuTe di FuMo

Vedi
Titolo Camera oscura: VoLuTe di FuMo
Autore Alessandra Palombo
Genere Poesia      
Pubblicata il 21/08/2003
Visite 4838
Punteggio Lettori 76

Spire fumose di biondo tabacco


come un lapis spuntato tratteggiano

un volto intarsiato da arcani valori,

ostinato a cercare certezze interiori

tra sterpi spinosi di campi agostani,


nelle rughe il già avuto, il rimpianto

d’un tempo oltre il quale appare

follia legarsi alle funi del sole,

rotolarsi in vigneti salini e ventosi,


in volute di fumo si annulla il passato.





Commenti dei Lettori
Commento della redazione

Buongiorno Salsedine. Non finisco mai di ringraziare la fertile vena poetica e il caso forse, che ti fa scrivere qui in questo sito. Come avrei potuto conoscere i tuoi versi che imparo ad amare ogni volta. Ed ogni volta con piccole sorprese ed incanti mi affascini di parole. Le tue gallerie d'immagini, quelle d'artisti e questa camera oscura le paragono a piccole e preziose perle di una lunga e generosa collana, ognuna con il suo valore in sè, non saprei dire quale di più o di meno, ma in ognuna di loro riconosco l'attimo di amorevole cura nello scrivere, una ricerca di significati oltre, nell'intimo di un profondo esserci, avido di infinito e di comprensione per la fragilità e l'ironica esistenza dell'umano.
Voto Attribuito: 5
Laura Mancini (21/08/2003)

Molto originale. Le immagini sono stupende. A rileggerti.
Voto Attribuito: 5
Ida Acerbo (21/08/2003)

Un'altra collana che si va arricchendo sempre di più. Brava, al solito
Voto Attribuito: 5
ventodeltempo (21/08/2003)

Scorrevole questa poesia, ed elengante. Mi è piaciuta molto.
Voto Attribuito: 5
Fadul (21/08/2003)

immagini meravigliose come sempre Salsedine..bravissima.. Un abbraccio
Voto Attribuito: 5
frammentodivita (21/08/2003)

Per associazione d'idee ho visualizzato Picasso che disegnava in aria con il fumo. In realtà ha ben altra valenza il tuo amaro poetico sfogo: "appare follia legarsi alle funi del sole, " bellissimo, come il finale!
Voto Attribuito: 5
AXE(L) (21/08/2003)

come al solito non si capisce un cazzo, miserabile mestierante.
Voto Attribuito: 3
Aqualung (21/08/2003)

Delicatissimo resoconto per immagini delle suggestioni indotte dall’impalpabile consistenza della memoria. Il fumo diventa nebbia, nuvola, pensiero, quasi a trattenere, pur se in una forma evanescente e labile, le immagini toccanti di un’estate passata. Il sole sembra aver disseccato, assieme ai “campi agostani”, anche il tempo, che qui appare come una “condizione mentale”, costruita sulla clessidra dei rimpianti e dei ricordi. Un lavoro toccante al quale, anche per la “geografia” descritta, molto vicino, complimenti.
Voto Attribuito: 5
Maurizio Di Credico (28/08/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi