Maldola Rigacci
DANZANDO IN UNA COPPA DI VINO

Vedi
Titolo DANZANDO IN UNA COPPA DI VINO
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia      
Dedicato a
TUTTI COLORO CHE SANNO APPREZZARE IL BUON VINO, MEGLIO SE IN DUE
Pubblicata il 01/11/2003
Visite 6334
Punteggio Lettori 127
DANZANDO IN UNA COPPA DI VINO


Dopo torpide lune invernali
sarò
coppa fiorita
per il roseto delle tue pene.
All’alba di un giorno
che ci apparterrà
berremo vino denso
di desideri.

Nella coppa
in una virgola impazzita
sfida al baricentro del piacere
il mio corpo nuovo guizzerà
aroma di resine
liquefatte
da un appartato
sole meridiano.

Dopo fonti avvelenate
sarò
aureo fuoco essenziale
scintillante di verdi legni.
Alle caviglie gemme tintinnanti,
per le tue labbra
ebbra
vorticherò vibrante.

Nella coppa
mi abbandonerò richiamata,
odore
di rocce precipitanti
su onde ramate
da remoti aranceti.


All’alba di un giorno
che ci apparterrà
consumeremo d’un grido
vino denso
di desideri.



Commenti dei Lettori
Commento della redazione

splendida chiusa
ottimo scritto
inebriante tanto quanto un bel vino...........................?
Voto Attribuito: 5
Paola Boga (01/11/2003)

bellissimie suggestioni nerudiane...è quando scrivi con tutta questa enfasi, con questo impeto immaginativo ed emotivo che mi piaci di più
Voto Attribuito: 5
Raffaella Cincotti (01/11/2003)

Allora la dedica è anche mia...apprezzo il buon vino (da bere in due, sicuramente)...un buon chianti? sì in omaggio a tutte le toscane e i toscani....:-)
Voto Attribuito: 5
Ulysses54 (01/11/2003)

Un coppa di vino rosso che ci inebria con il profumo della nostra Toscana........
Bellissima poesia
bye
Voto Attribuito: 5
Alberto Pestelli (01/11/2003)

Prima il veleno, poi una coppa di vino denso di desideri. Bè, vedo che oggi beviamo tutte e due ... Sempre elegante. Ciao.
Voto Attribuito: 5
CRISalide (01/11/2003)

Dopo fonti avvelenate
sarò
aureo fuoco essenziale
scintillante di verdi legni.
Alle caviglie gemme tintinnanti,
per le tue labbra
ebbra
vorticherò vibrante.

Sublime vortice di sensazioni primitive e fortemente invase di vivo. Incantevole. Ti abbraccio, Tiger
Voto Attribuito: 5
HENRY TIGER (01/11/2003)

Una classica e pregevole coppa di Nero d’Avola bevuta magicamente tristemente. Un caro saluto ugo
Voto Attribuito: 5
barone bella (01/11/2003)

Un abbandonarsi ai sapori, alle immagini, ai profumi.
Un galleggiare...sognante.
Piacevole.
Ciao.

Voto Attribuito: 5
fabio nanni (01/11/2003)

Cin, cin ....salute! E’ frizzante come una coppa di buon vino questa tua poesia.Originali immagini.Bene, ciao,Vera.
Voto Attribuito: 5
Vera Bianchini (01/11/2003)

Ehm... mi prendi per la gola... da sempre adoro il vino, ne ho il culto, eheh.. la tua poesia è saporita e flagrante, e insieme dolce, come un calide di malvasia :)

4.5
Voto Attribuito: 5
Lisergyco (02/11/2003)

ops... fragrante, ahahah... sono ubriaco..
Lisergyco (02/11/2003)

Elegante, raffinata e inebriante
Voto Attribuito: 5
ventodeltempo (02/11/2003)

Meglio se vino pregiato,però senza esagerare............Ciao a presto Viva la simpatia e l’allegria............
Voto Attribuito: 5
lucia primavera monti (04/11/2003)

Caspita! Molto intrigante!Magari per caso è dedicata a me???:-)
Voto Attribuito: 5
BandoleroNero (05/11/2003)

Che bella questa! L’ho "bevuta" e ho cullato l’estasi in me di un sentimento bellissimo...
Voto Attribuito: 5
Axe(L) (12/12/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi