Maldola Rigacci
ANCORA L’ARNO: NUOVE APPARIZIONI

Vedi
Titolo ANCORA L’ARNO: NUOVE APPARIZIONI
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia      
Dedicato a
a quell’ansa del fiume dove molti animali sono tornati a vivere fiduciosi
Pubblicata il 22/11/2003
Visite 4835
Punteggio Lettori 127
Ancora l’Arno: nuove apparizioni


Una coppia di anatre,
il collo ingemmato,
andava
come trasportata da un liquido vento
in gara con la corrente.
Una freccia d’acqua
appena più scintillante
s’apriva,
tracciava un manto di piccola regalità.


Vorrei andare nella vita,
così, col perfetto silenzio
di una forza leggera
e amare il fiume
spezzandone le molecole antiche.
In perfetto silenzio lasciare di me
solchi netti
che lenti poi
ritornino nella danza lucente del fiume.


Commenti dei Lettori
Commento della redazione

Molto aggraziata...scivola leggera come l’acqua sotto i ponti...il fiume e’ sinonimo di vita...l’acqua e’ sinonimo di vita... il pensiero mi avvicina al Foscolo... e’ solo un pensiero....un saluto Giulia
Voto Attribuito: 5
IRISFAIRY (22/11/2003)

eh.. l’Arno, l’Arno d’argento, non più di tanto adesso..., ma se son tornate a giocarci le anatre forse c’è speranza di vederlo com’era una volta, pieno di vita.....
è una bellissima poesia
un caloroso saluto
bye
Voto Attribuito: 5
Alberto Pestelli (22/11/2003)

Ha un alone di classico che però non suona antico. La seconda parte, quella personale, ha una grazia tutta sua. Elegante.
Voto Attribuito: 5
Silvia Ponti (22/11/2003)

Maldola, era un po’ che non ti leggevo e mi ero dimenticata che fossi così brava! Splendida poesia.Si vede la natura ma si sente
il tuo "sentire".Ciao,Vera.
Voto Attribuito: 5
Vera Bianchini (22/11/2003)

Speriamo che tornino numerosi!!!!
Molto bella, ..................
Ciao
Voto Attribuito: 5
Maritè (22/11/2003)

toh l’arno! dipingerei anche l’arno ma non stanno mai fermi i fiumi come diceva eraclito e perdiciò mi accontento dei sanpietrini verso santa croce. come modelli mi danno un maggior senso di stabilità e sicurezza.
Voto Attribuito: 5
robertino venturini (22/11/2003)

poesia di sapore classico ma ben costruita....
Voto Attribuito: 4
navant2002 (22/11/2003)

E questa tua è davvero incantevole, piena di colori e ricca nel suo significato............
un caro saluto
Voto Attribuito: 5
iole troccoli (22/11/2003)

l’acqua , mare fiume lago che sia suscita immagini e pensieri. Il tuo l’hai espresso con maestria. ciao Sandra
Voto Attribuito: 5
salsedine (22/11/2003)

Questi versi possiedono lo stesso portamento - fluido - delle anatre. Eleganza e significato. E poi l’Arno. Complimenti cara concittadina.
Franco
Voto Attribuito: 5
Uomo Pallido (22/11/2003)

Costruisci molto bene, le immagini sono semplici ma non semplicistiche, piacevolmente classiche. E’ lirica gradevole che tratteggia molto bene la speranza.
Voto Attribuito: 5
DuPalle (23/11/2003)

Sentimenti inquadrati in un contesto ambientale idilliaco. Più vibrante la seconda strofa
Voto Attribuito: 5
Carmen Pergliamici (24/11/2003)

bella sia la prima parte, più bucolica e con immmagini preziose, che la seconda con il desiderio panico di inserimento di se stessi nel ciclo vitale della natura... bella da invidiare
Voto Attribuito: 5
antonio salieri (24/11/2003)

Delicatissime metafore. Hai mai letto la mia "La dernière promenade"?
Voto Attribuito: 5
BandoleroNero (24/11/2003)

Molto pittorica, con un volo sublime nelle immagini del finale... Complimenti! Ciao.
Voto Attribuito: 5
Axe(L) (24/11/2003)

Molto pittorica, con un volo sublime nelle immagini del finale... Complimenti! Ciao.
Voto Attribuito: 5
Axe(L) (24/11/2003)

Hai uno stile inimitabile. Cambi immagini, significato…ma riesci sempre a trasformare le parole in magia.
Voto Attribuito: 5
Marina Minet (25/11/2003)

Molto delicata e raffinata, stupenda la chiusura.
Ciao
Voto Attribuito: 5
peppe (26/11/2003)

Una bell’immagine ed una bella metafora. Le legherei però tra loro maggiormente, magari evitando la cesura "Vorrei andare nella vita, così" ma immedisimandomi subito negli animali.

PS Ci sarai alla libreria Edison il 14 dicembre alle 17,00 per l’incontro con gli autori toscani di LDS?
Voto Attribuito: 5
Carlo Menzinger (27/11/2003)

Ripetuti inchini a te...si legge molto fra le righe, ed i più incisivi di certo noteranno, le forti appartenenze che te hai con la vita. Sei forte. Ti abbraccio, Tiger
Voto Attribuito: 5
HENRY TIGER (28/11/2003)

non credo che il punto siano gli animali, a me sembra che volgi lo sguardo più in là, e questo ce lo rivela la seconda strofa dove si manifesta la tua ansia di sì imprimere tracce profonde nei giorni della tua vita, ma perchè poi tutto cessi in una quasi mistica unione col le acque del fiume, che cancellino tutto per rioffrirti pura a un nuovo piano di esistenza...
Questo è quello che ho colto dai tuoi versi...Sbaglio??
Complimenti,
iL Lupo dagli Occhi rossi
Voto Attribuito: 5
manuele poggio (29/11/2003)

ome si fa a lasciare un così bel quadretto poetico al limite dei 100 punti...ci deve pensare un pesce forse? Ciao
Voto Attribuito: 5
pesce balestra (01/12/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi