Pier Paolo Sciola
Ad AmsterDam nel Freddo Tulipani

Vedi
Titolo Ad AmsterDam nel Freddo Tulipani
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Pubblicata il 04/03/2004
Visite 2283
Scritta il 04/03/2004  
Punteggio Lettori 70


Sto svivendo mi
susseguo
in procedura
a scivolare ore

sangue umano
che mi sto
qui a fumare prigioniero
amaro ancora dolce

- conosci qualcosa di più nudo
e rivestito che non sia
la mia minuscola mahatma? -

difficile sperare
in un domani per
gente stata sempre
senza ieri

Ad Amsterdam
nel freddo tulipani
fratturata di canali
fioriscono in balcone
amori in serra fuori
ignari di stagione

l’età non può contare
quando è vergine tuttora
dopo prima reiterata
produzione
(buona la prima?
buona la prima donna?)

tenerezza a replicarci
fischia il pubblico nemmeno
più semplicemente ignora
in eleganza di disdegno

a Broadway
ai tuoi tempi
lo spettacolo una notte
è stato di cartello

ha senso ancora riesumare
sentimenti mai
sbocciati sopra nostra tomba?
(noi di sotto al secco
a smetterci la vita)

io non sono più chi sono
da quando ho sviscerato
muto le tue labbra
mai rimaste con un suono

mi perdo nel silenzio
delle tue mani esangui
il cadavere che più
non mi concedi

- ad Amsterdam
nel freddo tulipani
fioriscono in balcone...

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi