Maldola Rigacci
RABDOMANTE D’AMORE

Vedi
Titolo RABDOMANTE D’AMORE
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia      
Dedicato a
a quella persona unica che talvolta si incontra nella vita e a cui io devo il profumo delle orchidee
Pubblicata il 03/04/2004
Visite 4472
Scritta il 03/04/2004  
Punteggio Lettori 127
Note Musica ideale: adoro "I don’t know how to love him" che Maddalena canta a Gesù in "Jesus Cristh Superstar"
BUONA PASQUA A TUTTI
Siamo tornati, mi dicesti.
Com’è uguale ogni circolo d’alti alberi
e le ginestre fioriscono ovunque.
Ma tu, rabdomante d’antichi passi
eri certo, è proprio questo il posto.
Vi erbeggia la celidonia
e una strana menta punteggia
senza profumo
il muschio ramato.

Com’è uguale ogni circolo d’alti alberi,
com’è cambiato il mio cuore,
ma stendiamoci,
senza baci
senza carezze, stendiamoci
sul muschio silenzioso
perché solo tu hai ritrovato il posto.

Parole di rancore, parole di delusione
bruciavano il canto di una tortora.
Piccole ed esili,
brunivano appena il bagliore del verde
così le vidi d’improvviso.

Due orchidee selvatiche,
fra te e me,
diritte e perfette nella loro mansueta sontuosità,
oscure come i tuoi occhi,
qualcosa d’oro che ancora non so.


Misero sangue di terra e di velluto
sulle mie labbra inquiete,
il canto della tortora
riprese chiaro come le tue parole.
Sono tornata, ti dissi
baci e carezze d’oro brunito
rinasceranno fra te e me
e il nostro posto sarà ovunque.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi